Caro Calabresi: chi è il prossimo innovatore a ‘La Stampa‘ ?

10 Marzo 2014 Tag:, ,
la-stampa-redazioneCon una comunicazione che aveva l'obiettivo di dare grande visibilità all'iniziativa il direttore de La Stampa, Mario Calabresi, aveva annunciato a inizio gennaio una iniziativa che venica così raccontata:
In attesa del ritorno della nostra social media editor Anna Masera, prestata alle Istituzioni (è responsabile comunicazione della Camera dei Deputati), ho pensato che questa è l’occasione giusta per passare dalle parole ai fatti: lasciare che il giornalismo tradizionale si contamini con le migliori esperienze della rete. (altro…)

I giornali presentano il fenomeno Tav come problema di devianza e non come istanza sociale

24 Febbraio 2014 Tag:, , , ,
tavMartedì 18 febbraio è stato presentata a Torino la ricerca di Irene Pepe, Maurizio Pagliassotti e Massimo Bonato sugli orientamenti di Corriere della Sera, La Stampa e La Repubblica nella presentazione dei temi legati alla costruzione della Linea Torino – Lione. Si tratta di una approfondita  analisi della rappresentazione mediatica della Tav che analizza in maniera scientifica come è stato presentato il fenomeno sociale e economico della TAV in Valle Susa. da parte dei tre quotidiani cartacei.   (altro…)

La non notizia della sparizione del punto da Lastampa.it

23 Dicembre 2013 Tag:,
lastampaIn un momento di grande difficoltà per le testate tradizionali, queste stanno cercando di inventarsi ogni tipo di iniziativa pur di far parlare di loro nella difficoltà di far crescere i propri visitatori unici. Una di queste iniziative per fare comunicazione è una non notizia che arriva da La Stampa.  
Da oggi questo sito si chiama solo La Stampa, scompare il suffisso “punto it” e questo ci racconta che siamo finalmente arrivati al traguardo di un lungo percorso di integrazione tra la carta e il digitale. Per troppo tempo, le “redazioni Internet” sono state organismi separati rispetto al resto della vita di una testata: da una parte c’era la carta, che grazie alla forza della tradizione occupava la gran parte dello spazio, delle energie e delle risorse, dall’altra il sito web relegato in una parte marginale e lontana del giornale. (altro…)