storia

A volte ritornano – terzo di tre

18 Maggio 2022 Tag:, , , , , , ,
Come fosse un trittico - a quanto pare lo è - si conclude con questo articolo pescato nel nostro archivio e risalente a ben 14 anni fa, questa serie di "pezzi" sul giornalismo dentro alla rivoluzione digitale, che abbiamo  inaugurato due settimane fa. A concludere il terzetto, capitanato dal nostro primo "Il contesto"     e poi seguito la scorsa settimana con "Curatela, superficialità e ignoranza" arriva questo. Non c'era alcuna premeditazione, da parte nostra. Le cose sono andate avanti così, in modo casuale,  e anche grazie a qualche collaborazione, "più o meno involontaria", giunta  qui a bottega, ci siamo convinti che questa potesse essere l'idea appropriata. In particolare, ad esempio, l'immagine di supporto al pezzo odierno,   tratta da un celeberrimo disco di Giorgio Gaber,  ci è stata suggerita da un amico  - di cui non faremo il nome, per il momento - come commento visivo perfetto  su alcune riflessioni contenute nel nostro secondo articolo sul ruolo e la funzione del giornalismo dentro alla nostra odierna società. In particolare, e in estrema sintesi, l'illustre esperto e amico  ci ha scritto fra le altre cose, questo messaggio che ci ha fatto molto riflettere:    
"

Ammettere i propri errori rende affidabili

7 Aprile 2022 Tag:, , , , , ,
Yuval Noah Harari, lo storico israeliano, saggista e scrittore di fama mondiale  - di cui spesso ci siamo occupati anche da queste parti - è stato ospite lo scorso 23 marzo del salone del libro "Bologna children book fair".  Il filosofo è venuto a presentare una sua nuova opera dedicata ai più piccoli che si intitola:  "Unstoppable Us: How Humans Took Over the World". Una serie di quattro volumi realizzati dal saggista israeliano in collaborazione con l'illustratrice Ricard Zaplana Ruiz. A margine del festival, Harari,  ha incontrato  il pubblico presso la biblioteca di Salaborsa a Bologna in un appuntamento promosso e coordinato dalla casa editrice Bompiani. A intervistare il prestigioso saggista c'era un altro scrittore, Marco Malvaldi, anch'egli ospite del festival del libro per ragazzi, e anch'egli autore di un testo per i più piccoli.  Dall'incontro a cui abbiamo partecipato da remoto anche Noi siamo riusciti ad isolare alcune parti particolarmente significative, del dialogo fra i due grandi scrittori. Una prima parte ci fa riflettere sulle guerre,  prendendo spunto, dalle drammatiche notizie che arrivano dall'Ucraina. Nella seconda Malvaldi e Harari affrontano, a modo loro,  l'argomento "errore", riecheggiando con nostro grande stupore, ma anche gioia

In attesa di diventare dei (2)

16 Dicembre 2018 Tag:, , , , , , , , ,
Questo il titolo che abbiamo scelto per la prossima edizione di digit. La nostra manifestazione itinerante sul giornalismo e la comunicazione digitale torna in Toscana dopo due appuntamenti fuori porta e torna nel formato originale quello più lungo e articolato in 2 giorni di eventi. Torniamo nella nostra sede originale a Prato e in particolare il 14 e 15 marzo del prossimo anno presso il Polo Universitario pratese: il PIN. Proveremo anche a digit a parlare di molte delle cose contenute in questo libro di  Yuval Noah Harari  che si chiama HOMO DEUS e che qui per la seconda volta  Vi raccontiamo nelle sue fasi salienti. Lo facciamo come sempre riportando le parti di esso che ci sono parse particolarmente significative. Lo facciamo sottolineando alcuni specifici estratti di queste parti che abbiamo estrapolato per orientare le Vostre future scelte di lettura, senza privarVi della gioia di scoprire cosa contiene il testo nella sua interezza. Il professore israeliano che insegna storia all' Università Hebrew di Gerusalemme, non è solo uno storico  ma è soprattutto uno scrittore, un saggista a larga diffusione, un autore davvero godibile nonostante la complessità dei suoi

Giornalismo dei dati, la storia del 2011 secondo il Guardian

31 Dicembre 2011 Tag:, , , ,
Il Datablog del Guardian riprende in un post molto interessante numeri, dati e infografiche che hanno scandito i momenti più rilevanti della storia del 2011 così come il blog del quotidiano li aveva riportati, dal movimento di Occupy alle tensioni nell’ eurozona, dalle sommosse in Inghilterra a Fukushima. La rassegna mostra il grosso impegno e la fantasia che il giornale dedica al mondo dei dati e alla loro visualizzazione, sottolineando come, se i Fatti sono sacri (Facts are sacred, è il sottotitolo del blog), i dati sono l’ anima dei fatti. 30 – operai colpiti dalle radiazioni a Fukushima 48% - il tasso di disoccupazione giovanile in Spagna 52% - la crescita dei tassi di interesse dei bot in Italia Ecc. L’ articolo è qui.

Internet senza miti: un’ altra storia della Rete

11 Gennaio 2011 Tag:, , , ,
Crisi Il tempo dei media non è quello della democrazia, ma è quello del commercio e dello spettacolo: la storia di internet, la storia vera, non la mitologia che si continua a diffondere a piene mani, lo sta dimostrando – In una lunga confessione su Novision, Narvic ricostruisce l’ evoluzione della Rete e il fallimento delle narrazioni che la vedevano come una ''seconda possibilità'' per il giornalismo – Internet non ha aperto affatto una ''nuova era dell' informazione'' e non è stata la chiave per rovesciare l' ''ordine mediatico'': alla fine, non offre niente che possa aiutare realmente a comprendere come va il mondo e a contribuire all' emancipazione del cittadino quando è il momento del voto – Per i giornalisti tutto è perduto: non vedo per loro altro futuro che quello di ‘’addetti al trattamento editoriale in contesto commerciale’’ – Ma per l' informazione non è detto che sia suonata la campana... – Fra gli interstizi della rete, dove  i media non vanno, si intravedono delle cose che accadono, dei piccoli avvenimenti che si producono, dei pezzi di realtà che appaiono e che potrebbero forse diventare importanti, o forse lo