sindaci

dalla XXXVIII Assemblea Nazionale ANCI è tutto a voi studio

17 Novembre 2021 Tag:, , , , , , , ,
Basta sfogliare il "Catalogo Expo" della XXXVIII Assemblea Annuale dell'ANCI, tenutasi a Parma nei giorni 9, 10 e 11 Novembre, per capire molto di come verranno spesi i soldi del PNRR. Molti dei finanziamenti contenuti nel  Piano di Ripresa e Resilienza finanziato  dall'Unione Europea finiranno  proprio nelle mani dei Sindaci e  dei Comuni italiani; Comuni che, stando al sottotitolo di un roboante "Rinasce l'Italia", saranno al centro della nuova stagione del Paese. Staranno davvero così le cose? Le premesse non sono le migliori. E il cattivo presagio - perdonerete l'ironia, ma a volte aiuta ad alleggerire le cose - costituito dai brand che hanno pagato ciò che aveva molto di più l'aria di una fiera più che di una assemblea "costituente";  è stato purtroppo rafforzato da alcune "non meglio precisate" presenze - si scherza - che hanno arringato la folla di sindache e sindaci, assessore e assessori, consigliere e consiglieri: nientepopodimeno che Albertini, Sgarbi e Veltroni? Ovvero tre sindaci - o ex primi cittadini - direttamente arrivati sul posto con "la macchina del tempo", e non con il torpedone d'ordinanza. Facciamo un elenco dei nomi  degli sponsor presenti sul campo di gara dell'assemblea nazionale dei sindaci

Comunicatori pubblici o quello che sarà

1 Marzo 2020 Tag:, , , , , , , ,
E' in corso un grande progetto di riassetto del comparto della comunicazione pubblica. Una revisione di sistema che parte da fuori e si realizza dentro le Pubbliche Amministrazioni.  Un movimento trasversale in cui sono coinvolte molte categorie professionali, associazioni, sindacati, ordini, agenzie ed esperti e che viene proposto e spinto in prima battuta dagli stessi comunicatori della funzione pubblica. Qui a bottega abbiamo avuto modo di dare un'occhiata in anteprima ad un documento, forse non esaustivo, ma certamente di indirizzo, realizzato di comune accordo dai rappresentanti di tutte  le "parti in causa",  fra le quali siamo compresi anche noi giornalisti (vivaddio) sia come ordine sia come sindacato. Dopo una lettura attenta della bozza e una condivisione di tale bozza fra i nostri iscritti e alcuni "amici" di Lsdi, vorremmo mettere nero su bianco una serie di riflessioni emerse dalle nostre analisi. Il documento deve rimanere ovviamente riservato,  e quindi non potremo utilizzare in chiaro i passaggi dello scritto a cui ci ispiriamo per presentare la nostra versione dei fatti, ma confidiamo di riuscire ugualmente a farci capire. Se così non fosse, Vi invitiamo caldamente a farcelo presente, da subito e in