Schumpeter

Il declino dei quotidiani Usa: classico esempio della ‘’distruzione creativa’’ di Schumpeter

30 Aprile 2014 Tag:, , , ,

QuotidianiL’ impressionante declino dei ricavi pubblicitari dei quotidiani a partire dal 2000 è una delle più significative e profonde ventate schumpeteriane di distruzione creatrice dell’ ultimo decennio, se non di una intera generazione. E non è detto che sia finita. Un report del 2011 dell’IBISWorld sulle “industrie morenti’’ identificava infatti l’editoria quotidiana come uno dei dieci settori industriali che rischiano l’estinzione negli Stati Uniti.

Il commento e il richiamo a Schumpeter e alla sua teoria della distruzione creatriva come motore principale dei cicli capitalistici è di Mark J. Perry, docente di economia all’Universtà del Michigan, che in un blog (Carpe Diem) sul sito dell’ American Enterprise Institute, pubblica un’ampia analisi sugli ultimi dati del settore (di cui abbiamo già dato notizia qui e qui), intitolandola, appunto, ”Creative destruction: Newspaper ad revenue continued its precipitous free fall in