reti sociali

Profezie spagnole

8 Giugno 2022 Tag:, , , , , , , ,
Prendiamo spunto quest’oggi da un articolo del nostro archivio del 2014. Si tratta di una riflessione, a dir poco, profetica, scritta da un grande giornalista spagnolo,  Miguel Ormaetxea.   L'articolo era stato tradotto e in parte ripreso dalla nostra redazione,   in quell'anno oramai lontano, e prospetta un mondo davvero molto simile al nostro. Ragionando sul ruolo passato e presente del giornalismo, l'esperto e illuminato collega iberico, anticipa "cose" con una precisione davvero impressionante. Andiamo  dunque  a vedere alcune di queste "anticipazioni" estraendole da quell'articolo del nostro archivio, proviamo poi a fare  il punto su quello che è  realmente successo e come sono "andate" quelle profezie,  e poi ridiamo "la linea", metaforicamente - ma anche non -   al celebre giornalista spagnolo, andando ad estrarre un paio di passaggi da altri emblematici articoli, prodotti ancora da Ormaetxea,  nelle ultime settimane, e vediamo l'effetto che fa, per dirla ancora una volta con quel geniaccio di Enzo Jannacci:      
 
 
I  giornali così come concepiti ieri non valgono più nulla: fanno un tipo di giornalismo ‘’da obitorio’’; adesso dobbiamo creare giornalismo “di domani”…la base dei nuovi prodotti è in prospettiva: : nuovi prodotti per

Perché la conversazione vincerà: come si riconfigura l’ informazione

5 Giugno 2015 Tag:, , , ,
Gunthert Quello a cui si assiste con internet non è la fine del giornalismo, ma lo sviluppo delle sue forme alternative, quelle che finora erano sul filo della legittimità, mentre l’ informazione ‘’seria’’ diventa un prodotto di nicchia riservato alle classi alte. Questa inversione non viene riconosciuta da un gran numero di professionisti, che restano attaccati alla gerarchia convenzionale dell’ informazione. La deregolazione mediatica è lo specchio dell’ esplosione di un nuovo modello di società. Le forme del giornalismo di domani accompagneranno l’ emergere di nuovi equilibri, gran parte dei quali sono ancora tutti da scoprire.   Sono i temi al centro di una interessante riflessione sul giornalismo e il suo futuro che André Gunthert ha pubblicato su Image sociale e di cui pubblichiamo la traduzione.   (altro…)

Tumblr, appropriazione e condivisione oltre il commento passivo

23 Agosto 2014 Tag:,
tumblrUna ricercatrice francese spiega su Culture Visuelle come l’ assenza della funzione specifica del commento sulla piattaforma venga ampiamente compensata da un movimento di condivisione/appropriazione caratteristico dell’ Internet 2.0. Un processo di intervento collettivo sui contenuti che somiglia al ‘’Fork’’ del sito per sviluppatori di codice Github.   (altro…)

Metà dei giornalisti francesi giudicano Fb e Twitter ‘’relativamente’’ o ‘’assai poco’’ utili

19 Aprile 2014 Tag:, , , ,
Francia-copCirca la metà dei 700 giornalisti francesi che hanno risposto a un questionario sullo stato della professione pensano che le reti sociali siano ‘’relativamente’’ o ‘’assai poco’’ utili. Il sondaggio  è stato realizzato da l’ Argus de la presse , una piattaforma francese di servizi e consulenza sui media, tramite un questionario inviato ai 37.000 giornalisti francesi, come riporta L’ Express, dedicandogli un post centrato sugli aspetti relativi a tecnologie e innovazione.   (altro…)

To tweet or not to tweet? Velocità e accuratezza nel giornalismo digitale

11 Aprile 2014 Tag:, , , , ,
Favini-copRoberto Favini ha pubblicato sul suo blog - Myweb20 – una serie di interessanti riflessioni a proposito dell’ influenza sulla qualità del giornalismo di due parametri fondamentali come la velocità e l’ accuratezza. Due assi cartesiani, potremmo chiamarli, che creano uno spazio in cui, a ogni cambiamento dei loro valori corrisponde un diverso punto/livello di qualità.   Favini costruisce il quadrante qui sotto, ‘’entro il quale – spiega - ci si sposta a seconda di fattori come tempestività e approfondimento.   (altro…)