Lsdi

Una grande confusione

2 Dicembre 2015 Tag:, , , , , , , , , , ,
codaRiceviamo questa riflessione da una collega e, dopo averle chiesto il permesso, la pubblichiamo integralmente cercando di condividere  i suoi dubbi e aiutarla assieme al contributo di ciascuno di Voi nel provare a chiarirli o quanto meno a renderli meno assillanti, ci riusciremo? Intanto leggiamo insieme cosa ci scrive:  
<< So che questa mia  apparirà come l'ennesima richiesta di pronto soccorso che si rivolge al giornale o sito di turno, però spero di meritare un po' della vostra attenzione, e di conseguenza una risposta. Si fa da tempo un gran parlare di blog, non blog, crisi, il giornalista ci sarà sempre e bla bla a continuare. Io stessa ho seguito alcuni vostri panel, però a dirla tutta, da utente (forse un po' distratta ), io sento e vedo UNA GRANDISSIMA CONFUSIONE nella comunicazione di quel che potrebbe essere il futuro del giornalista disoccupato come me, oggi. Le vere offerte sono disponibili per pochi addetti ai lavori, e se non si ha una squadra dietro, difficile emergere. Faccio un esempio: in un panel sul giornalismo imprenditoriale si parlava del gran successo di Varese News, e il direttore diceva che è possibile anche realizzare un'attività imprenditoriale autonoma. Bene, a parte le americanate che

Storify di #openfnsi

10 Febbraio 2015 Tag:, , , , , ,
Piccolo storify del racconto del ventisettesimo Congresso Fnsi via hashtag. In tanti hanno usato l'hashtag #openfnsi per commentare e seguire  il congresso e ancora negli ultimi giorni lo si trova nei tweet. (altro…)

Allarme in Francia per il ‘’degrado’’ del mestiere di giornalista

19 Novembre 2013 Tag:, , , , , ,
Francia-copL’ impossibilità di farcela senza qualche lavoretto extra, nuovi carichi di lavoro non remunerato, precarietà, status professionale confusi: le condizioni di esercizio del mestiere di giornalista in Francia si degradano progressivamente.   L' allarme viene dalla Scam (Société civile des auteurs multimédia, un’ associazione che raggruppa circa 34.000 autori in vari campi) sulla base di una Ricerca che ha coinvolto 3.400 giornalisti.   Quasi un giornalista su tre – precisa lo studio, presentato alle Assise del giornalismo di Metz qualche giorno fa - dichiara di svolgere una attività extra-giornalistica per arrotondare i propri redditi, che sono tra l’ altro estremamente disparati.   (altro…)

Rapporto Lsdi: professione a rischio, mal pagati e poca tutela

6 Novembre 2013 Tag:, ,
Professione2012-cop Il  rapporto Lsdi sulla professione giornalistica in Italia, dal titolo "Il paese dei giornalisti", è stato presentato ieri a Roma nella sede della Federazione nazionale della Stampa italiana, in concomitanza con la Giornata internazionale "Stand up for journalism", promossa dalla Federazione europea dei giornalisti per il rispetto della dignità e autonomia del loro lavoro.   Una professione che continua ad attrarre - è stato rilevato -, ma che rischia di indebolirsi e di implodere, come dimostrano i dati sul lavoro dipendente (calato nell'ultimo anno dell'1,6% e attestatosi a circa 19 mila unità) e su quello autonomo (in crescita del 7,1% con 28 mila iscritti).   (altro…)

Lsdi + Key4biz = #eJournalism

2 Novembre 2013 Tag:, ,
ejournalismParte una nuova partnership fra Lsdi e Key4biz. Si tratta di #eJournalism una delle rubriche di Key4biz, nata con l'obiettivo di offrire uno spazio di approfondimento e analisi sull'evoluzione del modo di fare informazione, in rapporto alle potenzialità delle tecnologie digitali e dei nuovi media.   Non solo, #eJournalism vuole stimolare la riflessione sui rapporti tra l'industria giornalistica come l'abbiamo conosciuta fino ad oggi, i media tradizionali e la Rete.   Che cosa accadrà dopo la 'tempesta digitale'? Come si modificherà il diritto dei cittadini all'informazione, inteso nella sua triplice accezione di diritto a informarsi, informare e a essere informati? (altro…)