La Stampa

Caro Calabresi: chi è il prossimo innovatore a ‘La Stampa‘ ?

10 Marzo 2014 Tag:, ,
la-stampa-redazioneCon una comunicazione che aveva l'obiettivo di dare grande visibilità all'iniziativa il direttore de La Stampa, Mario Calabresi, aveva annunciato a inizio gennaio una iniziativa che venica così raccontata:
In attesa del ritorno della nostra social media editor Anna Masera, prestata alle Istituzioni (è responsabile comunicazione della Camera dei Deputati), ho pensato che questa è l’occasione giusta per passare dalle parole ai fatti: lasciare che il giornalismo tradizionale si contamini con le migliori esperienze della rete. (altro…)

I giornali presentano il fenomeno Tav come problema di devianza e non come istanza sociale

24 Febbraio 2014 Tag:, , , ,
tavMartedì 18 febbraio è stato presentata a Torino la ricerca di Irene Pepe, Maurizio Pagliassotti e Massimo Bonato sugli orientamenti di Corriere della Sera, La Stampa e La Repubblica nella presentazione dei temi legati alla costruzione della Linea Torino – Lione. Si tratta di una approfondita  analisi della rappresentazione mediatica della Tav che analizza in maniera scientifica come è stato presentato il fenomeno sociale e economico della TAV in Valle Susa. da parte dei tre quotidiani cartacei.   (altro…)

La Stampa, porte aperte agli innovatori della Rete

14 Gennaio 2014 Tag:, ,
Stampa Lasciare che il giornalismo tradizionale si contamini con le migliori esperienze della rete. E’ la motivazione con cui il direttore della Stampa, Mario Calabresi, annuncia  che il giornale ‘’apre le porte agli innovatori della Rete’’ e che Pier Luca Santoro (in arte @pedroelrey) è il primo di una serie di personaggi del mondo digitale chiamati a lavorare in redazione, anche se non è un giornalista. Santoro  lavorerà fino alla fine di febbraio come social media editor.   (altro…)

La non notizia della sparizione del punto da Lastampa.it

23 Dicembre 2013 Tag:,
lastampaIn un momento di grande difficoltà per le testate tradizionali, queste stanno cercando di inventarsi ogni tipo di iniziativa pur di far parlare di loro nella difficoltà di far crescere i propri visitatori unici. Una di queste iniziative per fare comunicazione è una non notizia che arriva da La Stampa.  
Da oggi questo sito si chiama solo La Stampa, scompare il suffisso “punto it” e questo ci racconta che siamo finalmente arrivati al traguardo di un lungo percorso di integrazione tra la carta e il digitale. Per troppo tempo, le “redazioni Internet” sono state organismi separati rispetto al resto della vita di una testata: da una parte c’era la carta, che grazie alla forza della tradizione occupava la gran parte dello spazio, delle energie e delle risorse, dall’altra il sito web relegato in una parte marginale e lontana del giornale. (altro…)

Le policy sui social media dei giornali italiani: LaStampa.it ha reso diponibile il suo decalogo, si apra un dibattito

18 Novembre 2013 Tag:, , ,
tavole-leggeRecentemente la Social Media Editor della Stampa, Anna Masera,  ha pubblicato sul suo blog la bozza di social media policy del giornale che risale a gennaio 2012, richiedendo osservazioni e proposte. In effetti la pubblicazione di questo decalogo con tutti i suoi limiti può essere una interessante piattaforma di partenza per discutere del rapporto fra old media, redazioni e social network. In effetti  parlare di social media policy pare un po' eccessivo; meglio parlare di regolamento aziendale, di un decalogo per l' uso dei social media che rende maggiormente fede alla tipologia del documento che sostanzialmente pone delle restrizioni e definizioni di competenza operativi piuttosto che un framework operativo esteso.   (altro…)