giornalismo

Visti e sentiti nel 2021 (seconda parte)

5 Gennaio 2022 Tag:, , , , , ,
Di nuovo a Voi e con un anno di più per finire di raccontare quanto è accaduto qui, sul questa bacheca, nel 2021. Eravamo rimasti alle belle parole di Nicola Zamperini che ci ricordavano che il web è una grande, meravigliosa opportunità per tutti, non un vicolo cieco di proprietà delle OTT. E anche se pare che in questo 2021 appena andato via di questa cosa si siano finalmente accorti anche altri, persino qualcuno di potente, non molto è cambiato, sotto il sole giaguaro di mezzogiorno e mezzo di fuoco (per dirla con Calvino e Mel Brooks assieme), svicolando a destra e a manca. Da queste parti mentre il tempo passava e l'anno trascorreva,  abbiamo provato ad evocare alcuni uomini illustri del passato  recente. Personaggi  che da soli hanno inventato il mondo in cui oggi viviamo, giorno dopo giorno. Scienziati del calibro di Alan Turing, la sua "macchina di " è ancora e sempre alla base di tutte le tecniche di computazione, e il suo "test" è ancora e sempre l'unico strumento conosciuto per comprendere "l'umanità di una macchina", ammesso che questo significhi qualcosa. Matematici come Claude Shannon che con il

Visti e sentiti nel 2021 (prima parte)

30 Dicembre 2021 Tag:, , , , , , , , , , ,
Eccoci arrivati come ogni anno agli articoli di riepilogo di fine stagione. Una summa veloce e senza fronzoli - o forse con ? - del meglio del meglio dell'anno appena trascorso, qui, alle nostre latitudini, nel piccolo blog dedicato alla Libertà di stampa e al diritto all'informazione. Un posto davvero minuscolo dove le notizie non corrono veloci -  per parafrasare il motto di un noto network radiofonico -  e dove i fatti  provano a sovrastare le opinioni. Chiediamo anticipatamente scusa a tutti coloro che non riusciremo a citare in questi due articoli riepilogativi. E chiediamo anche venia per le immagini che utilizzeremo per commentare questi resoconti, immagini estratte a casaccio dal web e che raccontano il nostro "marchio", attraverso i marchi di altri. Uno scherzo insomma, come ci piace fare qui a bottega, ma con un fondo di serietà. Aziende, serie televisive, prodotti o "chissacosaltro", trovati alla rinfusa curiosando sul motore di ricerca supremo e assoluto, di cui non facciamo il nome per sommo pudore. Come l'immagine di apertura di questo post, tratta come si legge nella scritta sotto il marchio,  da una serie di qualche tipo, forse francese, visto che la foto

Il giornalismo torna a fare notizia

8 Dicembre 2021 Tag:, , , , , , , , ,
Quando il giornalismo torna a svolgere la propria funzione, quando appassiona e informa, quando fa crescere la curiosità e avvicina mondi e persone diverse, quando si annulla completamente,  scompare diventando puro servizio, quando lascia senza fiato e invita a scoprire la bellezza e la novità: quando fa tutto questo,  e svolge la propria funzione, o meglio, torna ad essere "funzione d'uso e non appannaggio di una casta, o peggio"Un anno fa è nata una pubblicazione nuova e molto diversa da tutte le altre. Una prova di giornalismo sul campo realizzata attraverso gli strumenti vecchi e nuovi della professione e resa possibile dalla  "transizione digitale". Una sorta di "vademecum del giornalismo" applicato all'epoca storica che stiamo vivendo. Un giornale meglio un telegiornale, meglio un videoportale di notizie quotidiane che arrivano non dalla cronaca ma dall'archeologia. Questa assoluta novità nel mondo dell'informazione si chiama Archaeoreporter, è stata fondata e viene prodotta e realizzata ogni giorno da un anno a questa parte dal "nostro" -  inteso come associato e membro di Lsdi - Angelo Cimarosti. Festeggiando assieme a lui questo primo compleanno del suo nuovo progetto editoriale - ricordiamo che Cimarosti è stato

Supplenti e algoritmi

25 Novembre 2021 Tag:, , , , , ,
Torniamo ad occuparci di "società algoritmica".  Un argomento a noi assai caro e sul quale abbiamo speso molto tempo, sangue, sudore e lacrime. Grazie al contributo importantissimo di Michele Mezza e ai suoi studi, qui a bottega abbiamo preso ad occuparci di come gli algoritmi stiano in qualche modo "modellando" la società odierna. Lo abbiamo fatto in  tempi remoti - in senso digitale -  e certamente non sospetti. Ci abbiamo scherzato sopra -  ci proviamo sempre - con titoli ironici; abbiamo dedicato alla materia una intera edizione del nostro festival digit, abbiamo chiesto pareri a personaggi illustri e competenti e li abbiamo riportati su questo blog. Oggi torniamo ad occuparci della questione algoritmica -  che nel frattempo si è fatta sempre più evidente e pressante -  prendendo spunto da un articolo uscito sul quotidiano  "Essenziale" qualche giorno fa. Il pezzo si intitola inequivocabilmente : "L'algoritmo che lascia la scuola senza supplenti".  Vi consigliamo di leggerlo integralmente. Noi abbiamo chiesto a Maurizio Codogno,  - il Matematto - matematico, divulgatore scientifico, scienziato lui medesimo,  e scrittore illustre;  un parere tecnico sul caso in questione  e lui ci ha inviato lo scritto

Per Julian (Assange)

11 Novembre 2021 Tag:, , , , , , ,
La prima volta che abbiamo scritto di wikileaks su questo blog è stato 13 anni fa,  in un articolo -  davvero spassoso che Vi consigliamo con gioia di andare a rivedere - in cui fra le altre cose si parlava del futuro prossimo venturo della nostra professione e di  "giornalisti incazzosi" e "giornalisti felici". Al termine del pezzo veniva inserito un listato di regolette elaborate da un gruppo di giornalisti stranieri che,  già 13 anni fa, fotografavano -  a nostro parere -  in modo perfetto,  gli scenari in cui si sarebbe mossa la professione dentro alla "rivoluzione (anche se ora fa molto più figo definirla transizione) digitale". Ma vediamole al volo queste poche semplici regole:        
1.       Il potere dell’ organizzazione senza organizzazione. Le reti sociali permettono di trovare delle persone con gli stessi interessi, diverse competenze ma con uno scopo comune – senza preoccupazioni di luogo o di status. La redazione non è più confinata dentro quattro mura ma cambia a ogni articolo. 2.       Informatori a portata di mano. Wikileaks e siti analoghi permettono alle persone che hanno fra le mani dei dati sensibili di farli conoscere aggirando la censura. Questo vuol dire