energia

Auspici ed aruspici

13 Gennaio 2022 Tag:, , , , , , ,
Ovvero:  come termini simili possano essere declinati e soprattutto usati in modo diverso nel corso del tempo e dalle persone,  e alla fine diventare quasi opposti nel significato,  sebbene nati uguali o molto simili. Un auspicio è termine buono, d'uso comune e nel lessico di chiunque. Aruspice è termine arcano, desueto, e usato - le rare volte che viene proposto - per indicare miti e leggende, il più delle volte oscuri e in voga fra creduloni, complottisti e "generici" poveri di spirito. Eppure in origine tali termini erano gemelli, uguali alla sorgente, o molto, molto simili, come detto nell'attacco del pezzo qui presente. Si scherza, oramai dovreste saperlo, cercando di trovare un senso a cose, persone e azioni, viene più facile, ridere o sorriderci sopra, che produrre litri, chili e chilometri di dichiarazioni di "saggia" indignazione. L'anno che abbiamo appena inaugurato ci porta segnali davvero strani e contrastanti come i due termini che abbiamo brevemente preso in esame nel titolo.     Segnali di energie costose e tremendamente tassate, senza un apparente motivo sincero e soprattutto corretto. Segnali di altre energie, quelle nucleari per interderci, divenute improvvisamente "verdi" e "pulite", in un modo così repentino e

La scomodità del giornalismo

6 Dicembre 2020 Tag:, , , , , ,
"Allora prima di parlarvi di clima e ambiente voglio parlarvi di lavoro,  anzi di alcuni mestieri in particolare.  Esistono una serie di professioni che sono così un po’ sgradevoli,  per esempio l'avvocato:  usiamo l'avvocato quando vogliamo separarci dal coniuge,  oppure quando ci troviamo di fronte a un reato; oppure  il medico, quando siamo  di fronte ad una malattia;  per non parlare dell'operatore funerario,  detto anche becchino,  un professionista di cui speriamo di doverci servire  fra moltissimi anni; e poi c'è il giornalista.  Il giornalista deve essere scomodo e antipatico per definizione. Perché non deve parteggiare per nessuno,  neppure per te.  Mi chiamo Sergio Ferraris e faccio il giornalista".
    Con una prolusione come questa, non poteva certo mancare l'applauso, e infatti così è andata sul palco del TedX di Coriano, in quel di Rimini, lo scorso 10 ottobre, per il "nostro" Sergio Ferraris,  protagonista di un recente intervento con pubblico in sala - nonostante l'epidemia in corso -  dedicato a clima e ambiente. Il nostro sodale e associato, è intervenuto sui temi scientifici  a lui cari,  non tralasciando però l'argomento principale della nostra attività di ricerca e studio qui a bottega,  che è il giornalismo.