Cybersecurity

Identità vo’ cercando

27 Aprile 2022 Tag:, , , , ,
Siamo numeri,  masse sterminate da censire, catalogare, schedare, mediante sofisticati sistemi di controllo che ci riconoscono, meglio, ci identificano, visto che  conoscono la nostra faccia? Oppure siamo persone, entità singole che pensano, in perenne mutamento, oscillanti, incerti, creativi, incoerenti, in una parola: "liberi"?  Indubbiamente, siamo questo e quello. Quando ci troviamo in pericolo, bisognosi di aiuto e soccorso - cerchiamo controllo; e quando invece insofferenti, giocosi, "bradi e selvaggi", seppur nel rispetto delle minime regole di coesistenza civile -  siamo in cerca, all'opposto,  soltanto di praterie sconfinate in cui scorrazzare liberi da ogni tipo di sorveglianza.  Di sicuro, a nostro avviso,  non siamo pecore alla mercè degli algoritmi di schedatura e controllo che le "piattaforme" - dette anche "techno corporation" o ancora meglio "meta nazioni digitali" -  da Seul a Pechino, passando per Europa, Americhe e Asia,  ci vogliono propinare a profusione per garantire:  "la nostra sicurezza".  Anche perchè, con buona pace dei sistemi di apprendimento automatico delle macchine - siano essi machine o deep learning  - l'errore, vivaddio, regna ancora sovrano dentro alle nostre vite e dentro ai sistemi "intelligenti" che provano a governarle. E' successo ad esempio in un aeroporto

Casseforti digitali non pervenuto, meglio educare

23 Febbraio 2020 Tag:, , , , , , , ,
Prendiamo a prestito un'immagine emblematica recentemente pubblicata da un grande esperto di web e internet, Ennio Martignago, su linkedln per illustrare  il post odierno. L'infografica rappresenta in modo davvero chiaro cosa significhi al momento stare online, o meglio possedere un'identità, o forse meglio, una vita, digitale. Quello che la grafica non racconta e che nemmeno molti esperti, o presunti tali,  ci dicono, è che non è moltiplicando i cosiddetti sistemi di cybersecurity, o crittografando a destra e a manca, o provando a creare muri, barriere, casseforti online, che raggiungeremo l'agognata sicurezza. Mai e poi mai, ci sentiamo di ribadirlo con fermezza e decisione,  la sicurezza digitale dipenderà da quanto alto sarà il muro che riusciremo a costruire. Se ci è permesso dirlo, nemmeno nel mondo analogico, i muri, sebbene alti e inaccessibili, hanno mai fermato per davvero nessuno.  Eppure la sicurezza online è un problema sempre più pressante, e fior fior di esperti studiano e poi realizzano a ritmi vorticosi: software e poi spyware,  e poi aggiornamenti, e poi virus e poi antivirus,  e ancora superstrongbarriers (quest'ultima l'abbiamo inventata adesso adesso,  proprio mo') per tenere fuori i malintenzionati dalle nostre vite. Dalle

Cybersecurity: CJR, ‘’attenzione a come trattare i dati forniti dai governi’’

6 Luglio 2014 Tag:, ,
Cyber0I giornalisti che si occupano di sicurezza, politica e amministrazione pubblica dovrebbero riflettere attentamente prima di pubblicare dati sulla cosiddetta ‘’cybersecurity’’ forniti dal governo: molti di quegli elementi sono gonfiati o si riferiscono ad attività che con  la vera sicurezza hanno poco a che fare.   L’ invito viene dalla Columbia Journalism Review in un articolo dal titolo ‘’Journalists need to know all the things ‘cyber’ can mean for smart coverage’’.   (altro…)