Blogger cercasi per impiego immediato

| 28 Settembre 2006 |

National Public RadioBasta aggirarsi sul web (meglio se su siti anglofoni) per rendersi conto che i blogger sono ormai all’interno di un processo che li porterà a essere parte integrante dell’offerta informativa di editori e testate giornalistiche. Ne è un esempio l’annuncio pubblicato dal network USA non-profit National Public Radio , anche distributore internazionale di informazione e intrattenimento. Lo si legge nella pagina dedicata alle posizioni vacanti e i compiti comprendono, oltre a una serie di attività redazionali più classiche e al mantenimento del blog della rete, anche la costruzione di rapporti con blogger ed editori di blog. Tra i requisiti desiderabili del futuro impiegato full-time c’è ovviamente anche l’esperienza diretta nel settore.

Print Friendly, PDF & Email

Leggi anche:

  • Se due miliardi vi sembran pochi Abbiamo provato a leggere le condizioni d’uso di Facebook, armatevi di pazienza se intendete provarci anche voi, perchè i link abbondano. Ci sono sempre approfondimenti a questo o […]
  • Algoritmi fantastici e come trovarli Direttamente dall'ennesimo capolavoro  dell'autrice di Harry Potter nonchè mamma di Hermione e di tutto l'immaginario di maghetti e babbani ecco a Voi la  nostra parodia settimanale!!! (ma […]
  • Un ibrido stampa-online sarà il giornale del futuro? Una edizione mista stampa-online del quotidiano danese The Jutland Post – L’ e-paper, collegato attraverso dei feed col sistema editoriale, aggiorna automaticamente i propri contenuti – […]
  • Quotidiani Usa: redazioni ridotte del 30% in dieci anni Lettori e ricavi pubblicitari dell’ informazione online superano per la prima volta quelli della carta stampata - Il 46% degli americani nel 2010  ha utilizzato prevalentemente il web […]
  • Libri/La Riforma ‘’agraria’’ dell’ informazione Le edizioni digitali dei giornali hanno rappresentato per ora un’occasione mancata, usata per abbassare i costi, precarizzare i giornalisti e omologare verso il basso il messaggio, […]

I commenti sono chiusi.