Wan Ifra

Quotidiani: senza risorse sufficienti dal digitale, mediocrità e declino

11 Giugno 2014 Tag:, , ,

Wan-IfraStampa e digitale insieme stanno accrescendo il pubblico per i giornali, a livello globale, ma i ricavi digitali non tengono il passo, creando un rischio per le imprese editoriali e per le società a cui si rivolgono. È quanto spiega il Rapporto annuale World Press Trends, presentato a Torino nell’ ambito del 66° Congresso mondiale dei quotidiani  promosso dall’Associazione mondiale degli editori di giornali (Wan-Ifra).

"Se non riusciamo a risolvere il problema delle entrate, e raccogliere risorse sufficienti per fare in modo che i giornali possano svolgere il loro ruolo sociale, la democrazia sarà inevitabilmente indebolita", ha detto  Larry Kilman, segretario generale della WAN-IFRA.   (altro…)

Quotidiani: la grande sfida globale, aumentare il coinvolgimento dei lettori

4 Giugno 2013 Tag:, , , , ,
WPT La diffusione dei quotidiani continua a crescere in Asia e cala nei mercati occidentali mentre l’ avanzata del digitale ha aumentato i lettori. Ma lo sviluppo delle piattaforme online non è accompagnata da una parallela crescita dei ricavi pubblicitari, anche perché all’ alta percentuale di utenti si accompagna un basso livello di coinvolgimento dei lettori. In ogni caso i quotidiani sono ancora una piccola parte del consumo totale di internet, rappresentando solo il 7% delle visite, solo l’ 1,3% del tempo speso, e solo lo 0,9% del totale delle pagine viste.   Lo rileva l’ ultimo World Press Trend, l’ annuale Rapporto della World Association of Newspapers and News Publishers (WAN-IFRA), presentato in questi giorni.   (altro…)

WAN: ‘’I lettori di quotidiani nel mondo sono ancora più numerosi degli internauti’’

11 Settembre 2012 Tag:, , , , ,
Più della metà della popolazione mondiale adulta legge un giornale: oltre 2,5 miliardi in versione cartacea e più di 600 milioni in versione digitale. Una cifra superiore al numero complessivo di internauti nel mondo.   “E’ innegabile: i giornali sono onnipresenti, fanno parte del tessuto sociale. La nostra industria è molto più potente di quello che si possa immaginare”, commenta Larry Kilman, Ceo di Wan-Ifra (l’ Associazione mondiale dei giornali e degli editori),  presentando l’ ultima edizione di World Press Trends, lo studio sull’ andamento dell’ editoria giornalistica che viene realizzato ogni anno dal 1989, al Congresso mondiale dell’ associazione.   (altro…)

Giornali / Nuovi dati confermano: crescono i lettori, calano i ricavi

11 Settembre 2012 Tag:, , , , ,
Con lo sviluppo di nuovi supporti (carta, internet, applicazioni) i giornali non hanno mai avuto un numero di lettori così grande. Tra l’ altro, su scala mondiale, la diffusione dei giornali su carta è cresciuta dell’ 1,1% fra 2010 e 2011, nonostante il calo registrato in Europa e Stati Uniti. I ricavi pubblicitari però continuano a diminuire, con una riduzione del 44% dal 2007, mentre crescono gli introiti per la pubblicità online, aumentata del 44% nello stesso periodo. Il problema però è che i ricavi dal digitale rappresentano solo il 2,4% dei ricavi totali che gli editori ottengono dalla pubblicità. Sono i dati principali dell’ ultima edizione di “World Press Trends”, lo studio realizzato ogni anno dall’ Associazione mondiale dei giornali e degli editori (WAN-IFRA).   (altro…)

Quotidiani, crollano le vendite ma crescono i lettori. In cerca di giornali ‘sensoriali’ e in 3D

27 Giugno 2012 Tag:, , , , , , , , ,
Nel 2011 si sono vendute, in Italia, poco meno di  4 milioni e mezzo di copie di quotidiani. Roba da anni Settanta, visto che dal 1980 in poi non si era mai scesi sotto i 5 milioni. Lontanissime quelle 6.808.501 copie del 1990, il picco di venduto più alto in assoluto registrato in Italia Eppure, nonostante la débacle delle vendite, segnala timidamente il rapporto Asig (l’ associazione degli stampatori), il numero di lettori regolari continua a crescere: 4 milioni in più di lettori sulle edizioni cartacee in dieci anni e, in soli due anni, 1 milione di lettori-navigatori in più sui siti online di testate quotidiane.  Nei due anni compresi tra il 2009 e il 2011, insomma, gli utenti delle edizioni web dei giornali sono aumentati del 47%   (altro…)