violenza

Concorso giornalistico dedicato al corretto racconto della violenza sulle donne.

16 Luglio 2018 Tag:, , ,
Concorso giornalistico dedicato al corretto racconto della violenza sulle donne, nel rispetto dello spirito e delle indicazioni del Manifesto di Venezia,  intitolato a Tania Passa.     Il premio,  istituito dall’Ordine dei giornalisti del Lazio, Federazione nazionale della Stampa italiana, Associazione Giulia giornaliste, Articolo 21 e Usigrai, è rivolto alle giornaliste e ai giornalisti professionisti, pubblicisti, praticanti, allievi di master e scuole di giornalismo riconosciuti dall’Ordine dei Giornalisti.     Possono essere presentati articoli pubblicati (massimo 7.000 battute) o servizi (durata massima 5 minuti) andati in onda tra il 25 novembre 2017 e il 25 luglio 2018. La domanda di partecipazione dovrà essere inoltrata entro e non oltre il 1° settembre 2018 a questo indirizzo: Ordine dei giornalisti del Lazio, piazza della Torretta 36, 00186 Roma.   Entro il : 1° settembre 2018   LINK: qui   INFO: info@premiotaniapassa.it

L’indice della civiltà digitale

27 Febbraio 2017 Tag:, , , , , , , , , , ,
Cogliendo al volo una suggestione contenuta in una pezzo pubblicato nei giorni scorsi da Pier Luca Santoro su Datamediahub in cui veniva raccontata in estrema sintesi un'indagine globale condotta da Microsoft sugli abusi online in un'infografica e sulla scorta dei risultati di un'indagine su un tema molto simile cui abbiamo partecipato noi stessi di Lsdi realizzata negli ultimi due anni appena trascorsi dal Cospe in sei diversi stati europei,  vorremmo provare ad approfondire l'analisi del lavoro fatto dalla Microsoft, estraendo e traducendo alcuni stralci dal rapporto conclusivo sulla ricerca e poi provando a confrontarli con i risultati raggiunti al termine ricerca sull'hate speech cui abbiamo preso parte anche noi. (altro…)

Economia dell’ attenzione. Il sesso fa ‘’vendere’’? Non è detto, dipende dal contesto

27 Luglio 2013 Tag:, , , , , , ,
Sun Il MailOnline, il più grande sito di quotidiani al mondo per visitatori unici, con la sua colonna sulla fascia destra di ogni pagina  (qualcuno la chiama il "sidebar della vergogna"), pubblica un inebriante mix di storie di vip, uccisi dai grizzly, sesso e violenza con l’ aiuto di porzioni abbondanti di corpi femminili. Il nuovo direttore del Sun, David Dinsmore,  ha detto che la testata dovrebbe conservare la sua controversa terza pagina, dove da tempo vengono pubblicate foto di belle ragazze in topless, malgrado la campagna per la sua abolizione,  perché è "un buon modo per vendere giornali". Entrambi gli esempi seguono il vecchio adagio secondo cui  "il sesso vende". Ma è vero?   (altro…)