Turchia

Social, giornalisti e censura

17 Maggio 2020 Tag:, , , , , ,
La notizia è potente, pesante, e piuttosto grave. I fatti sono semplici. Si parte da questo post pubblicato sul proprio profilo Facebook, dal giornalista italiano, Mariano Giustino, corrispondente dalla Turchia di Radio Radicale:    
"#Carceri #Turchia. Questa notte grazie alla legge sull’esecuzione penale è stato rilasciato un membro della criminalità Alaattin Çakıcı, appartenente ai Lupi Grigi. La legge concede riduzione di pena per 90 mila prigionieri, ma non per giornalisti, politici d’opposizione e attivisti per i diritti umani @RadioRadicale. Questi ultimi infatti sono stati esclusi dalla recente legge che riduce la pena a 90 mila carcerati per limitare i contagi da Covid-19."
    A seguito della pubblicazione di questo pezzo su Facebook, avvenuta il 16 aprile scorso, il giornalista italiano ha ricevuto questa comunicazione dalla direzione del social di Menlo Park:    
“Abbiamo ricevuto le tue informazioni. Se continuiamo a riscontrare che il tuo account non rispetta i nostri Standard della community, rimarrà disabilitato. Facciamo sempre molta attenzione alle sicurezza delle persone su Facebook, pertanto fino ad allora non puoi usare il tuo account’’.
    Da allora l'account del nostro collega è stato bloccato.  A nulla sono valse le richieste di chiarimenti inviate dall'utente ai vari indirizzi di assistenza che

Liberate Gabriele Del Grande #iostocongabriele

18 Aprile 2017 Tag:, , , ,
Chi ci segue sa che non siamo un sito di breaking news e che anzi preferiamo prenderci tutto il tempo possibile per riuscire a riflettere a fondo anche su notizie impellenti e importanti che non lasciano ne lascerebbero neanche un secondo alla riflessione a chi fa il mestiere di informare, ma noi proviamo a capire a interpretare a riflettere sui modi e sui tempi della nostra professione di giornalisti e non corriamo dietro alle notizie, non ne avremmo i mezzi oltretutto, ma proviamo a capirle per come vengono raccontate. Nel caso di Gabriele Del Grande ci sentiamo costretti a rinnegare noi stessi e a vincere la nostra proverbiale ritrosia a rincorrere la cronaca e a cercare di raccontare a tutti chi è questo giovane giornalista toscano che è stato sequestato in Turchia e di cui vorremmo avere notizie certe al più presto: magari direttamente dalla sua voce. Gabriele, che forse non è nemmeno in possesso del tesserino professionale da giornalista, è uno dei migliori professionisti dell'informazione che abbiamo in Italia. Una persona che possiede una dote rarissima quella di riuscire a restare umano mentre svolge il proprio mestiere, di più,

Dall’ Egitto alla Turchia: otto tratti comuni nelle proteste via social media

11 Giugno 2013 Tag:, , , , ,
TurchiaIl digitale non è certo la causa delle rivoluzioni, non l’ unica, ma quando si sviluppino determinate condizioni, il web sociale può dare luogo a proteste di massa secondo modalità che sono oramai ricorrenti.   Le ha individuate e descritte Zeynep Tufekci, una tra le migliori studiose dell’intersezione tra Internet, società e politica al mondo e turca di nascita, ‘’in un lungo e bellissimo post (Is there a Social-Media Fueled Protest Style? An Analysis from #Jan25 to #geziparki) sul ruolo giocato da Facebook e Twitter rispetto a quanto sta accadendo nel suo Paese’’, come scrive Fabio Chusi sul suo blog.   (altro…)

Turchia: Twitter vs. mainstream media

8 Giugno 2013 Tag:, , , , , , , , , ,
Turchia “Il sistema nervoso di questo movimento, che non ha eguali nella storia della politica turca, sono i social media (“la più grande minaccia”, come li ha definiti Erdoğan)", ha scritto il 5 giugno sul quotidiano Radikal Serdar Kuzuloğlu, esperto di comunicazione e giornalista. In Turchia si stanno ripetendo i meccanismi  alla base di molte fasi della cosiddetta ‘’primavera araba’’ e i social media si confermano uno strumento chiave della lotta politica e dei movimenti per la democrazia. E’ una delle questioni affrontate in un ampio dossier sulle recenti vicende della Turchia appena pubblicato sull’ Osservatorio Balcani e Caucaso.   (altro…)