robot

Umani e artificiali (2)

22 Dicembre 2021 Tag:, , , , ,
Seconda e conclusiva parte dello sbobinamento con inserti e riflessioni - vieppiù nostre -  ma in realtà di vario tipo, dimensione e provenienza - si scherza lo sapete - dall'intervento della Professoressa Paola Inverardi sull'etica delle macchine al convegno di Rovereto dell'ottobre scorso. La prima parte del nostro articolo si concludeva con l'introduzione da parte della relatrice di una riflessione sul cosiddetto "dilemma del carrello", ovvero quella particolare condizione ipotetica in cui una macchina deve, per così dire, prendere una decisione di tipo etico per fare il "minor danno possibile" agli esseri umani nel caso di un possibile  e purtroppo inevitabile incidente. Lo scenario evocato dalla studiosa ci porta inevitabilmente, prima di proseguire "nell'esame" della conferenza della scienziata dell'Università dell'Aquila,  a prendere visione delle uniche leggi "morali" e pratiche mai enunciate sino ad oggi, in campo scientifico, anzi meglio, fantascientifico, sul tema. Si tratta, come avrete certamente già capito, delle tre leggi della robotica di Isaac Asimov.  Una invenzione davvero eccellente,  nata  - narrano le leggende - dalla fantasia dello scrittore e scienziato russo attorno agli anni '40 del secolo scorso,  nel corso di lunghe chiacchierate con l'omologo scienziato e scrittore

Umani e artificiali (1)

15 Dicembre 2021 Tag:, , , , , , ,
La professoressa Paola Inverardi  insegna informatica all'università dell'Aquila. In quella stessa università  è stata anche rettrice per sei anni dal 2013 al 2019. La dottoressa Inverardi si occupa di una delle questioni centrali della nostra società digitale -  a nostro avviso -  una componente estremamente rilevante nei rapporti sempre più complessi che si vanno sviluppando fra "uomini e macchine". La questione etica. In particolare la professoressa Inverardi assieme ad un nutrito e composito team di ricercatori si occupa di studiare l'etica dei sistemi di software. Al festival "informatici senza frontiere",  svoltosi a Rovereto nell'ottobre scorso,  la dottoressa Inverardi ha tenuto una conferenza su questo tema, dal titolo emblematico: " Sistemi autonomi ed etica delle decisioni nelle interazioni con gli esseri umani". E noi sbobinando il suo intervento, e aggiungendo spunti, nostre note e altre citazioni, vorremmo oggi proprio parlarVi di:  intelligenza artificiale e questione morale.  Ringraziamo dunque gli organizzatori del Festival e la professoressa Inverardi, con cui speriamo di poter presto collaborare direttamente, e Vi invitiamo a leggere e commentare qui e sui nostri account social questo pezzo. ;)       Di oggetti e loro "sentimenti" ci siamo occupati in più di un'occasione,

Una convivenza fra robot e umani nel futuro del giornalismo?

3 Agosto 2014 Tag:,
robotL’  annuncio che l’ Associated Press affiderà la ricostruzione dei risultati delle ‘’trimestrali’’ alle tecnologie automatiche ha provocato un fitto dibattito all’ interno dell’ industria dei media (qui e qui). L’ uso dei robot è stato lodato e criticato allo stesso tempo mentre crescono le testate che lo adottano.   (altro…)

Anche l’AP comincia a pubblicare articoli scritti da robot

4 Luglio 2014 Tag:, , ,
ApL’Associated Press ha annunciato l’avvio di un nuovo sistema di pubblicazione automatica dei contenuti: è un progetto per utilizzare dei giornalisti-robot, che elaborano pezzi su dati economici e risultati delle aziende e che, calcola l’AP,consentirà di pubblicare circa 4.400 notizie per trimestre, invece delle 300 prodotte oggi.   (altro…)

Gli umani “twittano” meglio dei robot, secondo le grandi testate Usa

4 Giugno 2014 Tag:, , , ,

NPRLa National Public Radio (NPR), la rete pubblica radiofonica statunitense, ha fatto in questi giorni un esperimento, assegnando a un redattore umano l’incarico di curare sui social network i messaggi che di solito vengono lanciati in automatico. Risultato? Un aumento del 45% per cento nel numero di "retweet" e quasi 100.000  clic in più sui link pubblicati rispetto alla settimana precedente.

  Lo racconta il sito spagnolo 233grados.com, riprendendo anche un'analoga iniziativa del Nieman Lab.   (altro…)