regioni

Valorizzare la risorsa informazione oggi (sg)

29 Settembre 2019 Tag:, , , , , , , , ,
    Siamo quasi arrivati in fondo al nostro certosino lavoro di osservazione, analisi e contrappunto dedicato agli Stati generali dell'editoria intrapreso dall'oramai ex Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega all'editoria Vincenzo Crimi nell'ambito della precedente legislatura. Un lavoro indubbiamente utile e che sarebbe davvero disastroso, a nostro avviso, se andasse perduto, nonostante siano ovviamente cambiati, dopo il rinnovo dell'Esecutivo, molti dei protagonisti della vicenda. Il cambio di Governo non ha azzerato la crisi devastante e  pluriennale del settore, e non ha certamente azzerato la necessita urgente e inderogabile di mettere mano al più presto ad una profonda riforma del comparto. E non utilizzare, in qualche modo, tutti gli spunti, spesso davvero unici e anche utili, che sono arrivati dagli Stati generali dell'editoria voluti dal precedente Governo, sarebbe, a nostro avviso, una imperdonabile leggerezza. Ma nel frattempo non dobbiamo nemmeno commettere l'ingenuità di trascurare quello che accade oggi, in politica e nel settore dell'editoria e dell'analisi della crisi,  dopo il cambio alla guida del Paese. Per questo abbiamo pensato fosse utile aprire questo nostro ulteriore post di analisi sull'ennesimo convegno degli Stati generali, quello dedicato al "pluralismo dei territori", come recita il titolo

Leggi o scrivi

3 Aprile 2018 Tag:, , , , , , , ,
Se un mattino d'inverno un "giornalista", (Calvino permettendo) prova a digitare su un motore di ricerca a caso la frase: "leggi regionali a sostegno dell'editoria", scopre un mondo. Un mondo ricco innanzitutto, inteso come ben finanziato. Un mondo variegato, inteso come numeroso e ben assortito. Un mondo tutt'altro che sconosciuto alla politica e alle amministrazioni locali, e considerate che la nostra ricerca appena accennata si riferisce solo alle Regioni. Ebbene - direte Voi - cosa c'è di male? L'informazione è un pilastro in una società civile. Anzi meglio, proprio questo blog e tutta l'attività di questo gruppo di lavoro si basa proprio sull'acronimo: Lsdi che sta per Libertà di Stampa e Diritto all'Informazione, quindi chi meglio di Voi (inteso  noi) conosce e sostiene il diritto alla libera circolazione delle notizie? Tutto vero e sacrosanto e garantito - per fortuna - dalla nostra Costituzione: art.21. Quindi? Nessun quindi, solo la volontà di informare anche da parte nostra. Sottolineando cosa si fa o si sta facendo per sostenere la libera circolazione delle notizie in ambito regionale nel nostro Paese.  E ricondurre queste attività "politiche",  al tempo che stiamo vivendo e al particolare momento

Open Data, nuova leva di sviluppo economico e di partecipazione (ma la politica non lo ha ancora capito)

2 Maggio 2014 Tag:, , , ,
FriuliIl Friuli Venezia Giulia si è aggiunto alle Regioni che finora, con fortune alterne, hanno adottato una legge in materia di open data. Il Consiglio Regionale ha infatti recentemente approvato la norma sulla trasparenza e l’ utilizzo dei dati della Pubblica Amministrazione. Tra gli elementi di maggiore interesse della legge spicca l’obbligo, per la Regione e le società da essa controllate, di pubblicare in formato open i documenti e i dati relativi ai bilanci. (altro…)

Social politica e dintorni, una interessante analisi sul portale web della Tgr

21 Ottobre 2013 Tag:, , , , , , , ,
Social0Quanto sono social gli amministratori locali italiani e in particolare quanto twittano e arringano i propri elettori su Facebook  i presidenti di regione detti anche governatori? Un bel lavoro giornalistico in  tal senso è stato realizzato dalla Rai, in particolare dai giornalisti che operano sul portale web della Tgr, la testata regionale del servizio pubblico.   (altro…)