radio

2017 (pre)visioni dal mondo

3 Gennaio 2017 Tag:, , , , , , , , , , ,
brigitte tohm Di podcast, della voce diffusa digitalmente, di community, di marketing, di conversazione, di migliore esperienza per l'utente grazie al design, del mobile reso semplice, di modello economico, dell'importanza dei commenti, di realtà virtuale e web, di AI  e di condividere esperienze per migliorare... di queste che dovrebbero essere le parole chiave del 2017, Vi Vorremmo parlare. Fra le previsioni del NiemanLab e quelle di Amy Webb troviamo qualcosa di nuovo ma anche qualcosa che da un po' di anni si presenta come il trend dell'anno successivo nel giornalismo. Alcuni temi  paiono  persino banali, a Voi la conferma. Di seguito riportiamo alcune segnalazioni che speriamo possano essere utile spunto di riflessione per iniziare il nuovo anno. (altro…)

Modelli giornalistico digitali #digit16

7 Ottobre 2016 Tag:, , , , , , , , ,
altermondesAltermondes nasce nel 2005 con un obiettivo ambizioso: parlare di esteri come non lo si era mai fatto, dal basso, dando voce e penna alla società civile che ovunque ai quattro angoli del pianeta si batte per un mondo diverso. Quando nel 2014 Altermondes si trasforma in cooperativa, l'ambizione è ancora più grande: portare avanti questo approccio di giornalismo in una struttura aperta e genuinamente partecipativa che riunisca quasi 200 fra lettori, organizzazioni della società civile (associazioni, sindacati, ONG...), giornalisti e fotografi. Troppa ambizione forse: come un moderno Icaro, Altermondes si è bruciato ed è caduto.
 
Ma negli ultimi due anni, il sito web di Altermondes è stato un laboratorio, o meglio un terreno di gioco, per tentare una serie di esperimenti su formati, ritmi, conversazioni. C'è spazio sul web per un giornalismo che non rincorre il "tema caldo" del momento? I lettori sono pronti a confrontarsi su temi di attualità fuori dalla logica del like/commento di due righe? Come si coniuga una linea editoriale ambiziosa con le esigenze dei social? Vita, morte e (pochi) miracoli di una meteora sparita troppo presto dai cieli d'Europa.

Donald Trump: una serie di (s)fortunate scelte

3 Ottobre 2016 Tag:, , , , , , , , , ,
trumpEssendo ormai alle porte quella che da molti è stata definita “l’elezione più importante della nostra vita”, di recente, è solo una la domanda che attanaglia le menti di politologi, giornalisti ed esperti di comunicazione politica: qual è il propellente della cavalcata elettorale di Donald Trump?   Per iniziare, riportiamo un’analisi del linguaggio dell’imprenditore statunitense, fatta dallo studente Massimiliano Pappalardo nella sua tesi per la laurea triennale in Comunicazione presso l’Università di Padova nel corso di “Linguaggio giornalistico” del Professor Raffaele Fiengo sul tema,  intitolata: “I linguaggi di Donald J. Trump e Barack Obama e loro diffusione giornalistica. Un confronto". In calce la tesi completa. (altro…)

Expo e giornalismo

25 Luglio 2016 Tag:, , , , , , , , , ,
expoIl problema della commistione tra informazione e pubblicità è una delle cause più gravi della scarsa credibilità del giornalismo italiano. Occorrerebbe incentivare l’editoria, o almeno quella parte di essa che lo desideri, a liberarsi dalla dipendenza pubblicitaria. Maria Djokic una studentessa del corso di “Linguaggio giornalistico” del dipartimento di Comunizione dell'Università di Padova del Professor Raffaele Fiengo ha svolto una tesi di laurea sul tema esaminando in particolare il ruolo giocato dalla stampa durante l'Expo. Il titolo della tesi che poi troverete allegata in forma integrale in calce all'articolo era: "L'Expo e il giornalismo". (altro…)

Radio bullets

16 Gennaio 2016 Tag:, , , , , , , ,
radio bullets Radio Bullets è una webradio che trasmette rassegne di notizie raccolte attraverso le testate internazionali e le ripropone in un notiziario in podcast quotidiano e in una serie di altre rubriche. La redazione  è costituita in maggioranza da  giornalisti freelance con base  nel nostro paese, alcuni di loro si trovano in altre città del resto del mondo, ma nel gruppo di lavoro ci sono anche professionisti di altri settori che danno il loro contributo. L’obiettivo è raccontare il mondo. Anche dall’Italia.  Nel core business di Radio Bullets c'è il << succo >> di  uno dei cambiamenti più problematici del giornalismo attuale. Il giornalismo sul campo, quello  degli inviati, quello dalle zone più disagiate del pianeta, non è più il centro dell'attività d'informazione ma  è diventato, ad ogni livello, un giornalismo povero, un giornalismo non supportato anche le grandi testate, che spessissimo rinunciano  all' inviato e si appoggiano alla rete. (altro…)