pubblicisti

Riformare l’Ordine

24 Febbraio 2016 Tag:, , , , , , , , ,
quotidianoRiceviamo e pubblichiamo questo pezzo da parte del collega giornalista Stefano Tesi e invitiamo chiunque fosse interessato a scrivere sulla materia a partecipare al dibattito pubblicamente sulle nostre pagine inviandoci sue riflessioni sul tema. Dal canto nostro vorremmo precisare di essere stati chiamati a partecipare al processo di realizzazione della legge  per l'assegnazione di fondi pubblici a sostegno dell’editoria, proposta di legge che molto presto comincerà il suo percorso parlamentare per essere approvata. Nel testo della legge è contenuta anche una, davvero molto poco edificante e decisamente riduttiva << riforma >> dell'Ordine dei giornalisti dalla quale noi di Lsdi ci siamo pubblicamente dissociati in sede di audizione presso la Commissione Cultura della Camera. (altro…)

Giornalisti: 80.000 pubblicisti in Italia

27 Febbraio 2014 Tag:,
pubblicisti I giornalisti pubblicisti continuano a crescere. A un ritmo impressionante. Al 30 settembre 2012 erano 73.086 (65.201 più 7.885 giornalisti pensionati). Ora sarebbero diventati 80.000, con un incremento di quasi il 10% (9,46% per l’ esattezza) in poco più di un anno.   Almeno, questo è il dato contenuto in una notizia pubblicata oggi dal sito del Consiglio nazionale dell’ ordine dei giornalisti che dà conto dei risultati degli  ‘’Stati Generali dei quadri degli ottantamila giornalisti pubblicisti italiani’’.   (altro…)

Ordine dei giornalisti: un solo albo / un solo elenco, quello dei ”giornalisti abilitati”

14 Dicembre 2013 Tag:, , , , , ,
Ordine-Assisi Riprendiamo dal sito di Articolo21 ’’Ordine, l’ ora della verità’’,  un intervento di Pino Rea sulla riforma dell’ Ordine dei giornalisti, pubblicato nell’ ambito dei materiali presentati al Forum in corso in questi giorni ad Assisi.   Fra le varie questioni segnalate, l’ accesso unico, una formazione di alto livello e permanente, la produzione deontologica, l’ analisi dei cambiamenti e dell’ innovazione (perché non investire in un buon Centro studi le risorse che vengono ora destinate a decine di gruppi di lavoro scoordinati fra di loro?). E, infine, l’ urgenza di superare la vecchia distinzione fra professionisti e pubblicisti attraverso un albo/un elenco, quello dei giornalisti abilitati a fare la professione. Che poi la facciano o meno, e come la faranno, sarà argomento di sindacato, editori e mercato.   (altro…)

Il nuovo pubblicismo, area fragile del giornalismo professionale

3 Dicembre 2013 Tag:, , , , , ,
PubblicisticopDalla grande mole di materiali dell’ Inpgi abbiamo cercato di ricavare dei nuovi dati che permettessero di mettere meglio a fuoco le condizioni effettive dei giornalisti pubblicisti attivi.   Il primo dato, apparentemente un altro paradosso, è che Il lavoro giornalistico ufficiale, almeno sul piano numerico,  è in prevalenza nelle loro mani. Sono  24.864  infatti i pubblicisti attivi, contro i 21.475 professionisti.   Il paradosso conferma però senza possibilità di smentite che di fronte alla crisi  il sistema industriale/editoriale del giornalismo italiano ha scelto la strada della minor resistenza, concentrandosi soprattutto  in una vasta operazione di esternalizzazione (outsourcing) .   (altro…)

Metà dei pubblicisti ‘’giornalisti a vita’’, una Ricerca sul pubblicismo in Italia

19 Aprile 2013 Tag:, , ,
Ordine-iscritti-2012 Fra i 73.030 pubblicisti che risultavano iscritti all’ Ordine alla fine del 2012, più della metà, 35.379, sono nell’ albo da più di 15 anni e come tali sono diventati di diritto ‘’giornalisti a vita’’, anche se non svolgeranno più alcuna attività giornalistica.   E’ un dato - inedito - che emerge dallo studio ‘’Il pubblicismo 2010-2012, tre anni dati alla mano’’, curato da Vito Scisci, consigliere nazionale dell’ Ordine, e presentato nei giorni scorsi a Roma.   Un altro dato curioso è quello relativo al rapporto pubblicisti/abitanti.   (altro…)