Presidenza del Consiglio

Cottarelli, atto terzo. Mentire senza smentire

18 Febbraio 2015 Tag:, , , ,
L’incredibile ping pong tra Presidenza del Consiglio (PCM) e Ministero dell’Economia (MEF) in merito alla richiesta di accesso ai documenti che compongono il cosiddetto Dossier Cottarelli sulla spending review (qui e qui) ha messo in luce diversi aspetti deludenti da parte di un governo cosìcottarelli_chi apparentemente votato alla innovazione, se non alla rivoluzione, come quello in carica, deunciando invece atteggiamenti di chiusura verso il cittadino degni di ben altre ambizioni.   Ciò che è emerso con maggiore evidenza è che i documenti fossero andati apparentemente smarriti, avendo entrambe le istituzioni negato di esserne in possesso. In realtà li hanno entrambe. E se a prima vista potrebbe risultare una questione di mera sciatteria, in realtà è innanzitutto un problema di rapporti tra istituzioni e cittadini: difficilmente in altri Paesi sarebbe stato possibile fare una simile figura senza degnarsi di fornire nemmeno un chiarimento. Mentire senza smentire.   Non di meno vi è il rimpallo di competenze e responsabilità sul lavoro stesso dell’ex Commissario straordinario. Un decreto di nomina lo vorrebbe in Via XX settembre, come segnalava la stessa PCM, ma secondo il MEF la responsabilità è poi passata alla Presidenza. Secondo il Ministero, e anche

Cottarelli: ‘sparito’ il Dossier sulla spending review

20 Gennaio 2015 Tag:, , , ,
COTTARELLI CHIChigi, abbiamo un problema. C’è il rischio che i 25 documenti che compongono il Dossier dell’ex commissario Cottarelli alla spending review siano andati ‘smarriti’. Con i conti pubblici in dissesto, la Presidenza del Consiglio (PdC) e il Ministero dell’economia e delle finanze (MEF) si rimbalzano la responsabilità in materia, complice il dichiarato trasferimento di competenze - ma anche quello fisico del Commissario, il suo staff e la relativa documentazione – da Via XX settembre a Palazzo Chigi. Ma facciamo un passo indietro per provare a inquadrare meglio la situazione. (altro…)

Trasparenti per caso: un impegno concreto per un FOIA in Italia

4 Febbraio 2013 Tag:, , , , ,
foia_elezioni2013Il 22 gennaio la Presidenza del Consiglio dei Ministri annunciava con un comunicato stampa l'introduzione in Italia di un Freedom of Information Act (FOIA). Della vicenda abbiamo dato ampia menzione qui e qui.   La Iniziativa per l’adozione di un Freedom of Information Act in Italia – di cui Lsdi fa parte - ha contestato tale affermazione e chiesto chiarezza alla Presidenza attraverso una campagna congiunta che ha visto protagoniste diverse sigle e singoli attivisti. Ma senza ottenere risposta.   Proprio alla luce della confusione e disinformazione generate dal comunicato della Presidenza,  Iniziativa ha deciso di chiedere ai candidati alle elezioni 2013 di assumere un impegno concreto per introdurre davvero un FOIA in Italia. Lo ha fatto tramite e-mail e Twitter – utilizzando la neonata piattaforma twitantonio.   Per adottare questa campagna basta scaricare il testo dell'appello e inoltrarlo tramite e-mail ai tuoi candidati, oppure copia-incollare il tweet e re-twittarlo. Tutti i dettagli sono qui.

La bufala del governo, l’ esca del FOIA e il copia-incolla dei media tradizionali

25 Gennaio 2013 Tag:, , , , , , ,
Foia-governo La rivoluzione annunciata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri con l’introduzione del Freedom of Information Act e del nuovo istituto del diritto di accesso civico è una bufala. Il decreto approvato il 22 gennaio a sera, infatti, pur introducendo diversi aspetti lodevoli nella disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità trasparenza e diffusione della PA, non introduce alcun Foia. (Altro discorso il fatto che un testo su trasparenza e accesso sia invisibile e inaccessibile, e che a quanto parrebbe quello uscito dal CdM non sia neanche una versione definitiva. Se in Italia avessimo davvero un FOIA, “potremmo accedere ai lavori preparatori per fugare ogni dubbio”,  come evidenzia Elena Aga Rossi in un commento su Forum PA, che ha recentemente pubblicato un panel proprio sul FOIA).   (altro…)