premio

Una stampa cinica e mercenaria, prima o poi, creerà un pubblico ignobile

8 Marzo 2020 Tag:, , , , , , , ,
Joseph Pulitzer nacque in Ungheria nell'aprile del 1847. All’età di sedici anni, emigrò negli Stati Uniti: solo, senza amici, denaro, e senza sapere l'inglese. Si arruolò subito in cavalleria a New York per combattere nella guerra di secessione americana. Al termine del conflitto, Pulitzer divenne reporter del Westliche Post. In meno di dieci anni ne diventò direttore e co-proprietario.  Nel 1883 si trasferì a New York, dove comprò il New York World. Il  quotidiano tirava meno di 12.000 copie al giorno ed era sull'orlo della bancarotta. In quattro anni di duro lavoro: il "World" raggiunse una tiratura di 200.000 copie al giorno, e un posto in prima fila nella stampa americana. Purtroppo per la salute di Joseph Pulitzer furono anni disastrosi.  Dovette lasciare New York, con i nervi a pezzi, e la consapevolezza che, nel giro di pochi anni, sarebbe diventato completamente cieco. Nonostante la grande fortuna, anche economica, le sue condizioni di salute precarie lo costrinsero a ritirarsi molto presto dalla vita attiva e trascorrere lunghi anni, appartato, e assistito,  sul suo yacht, dove morì nel 1911, nella rada di Charleston nella Carolina del Sud.       Pulitzer, oltre al suo acume affaristico, è

Premio Morrione per il giornalismo d’inchiesta – una settimana in più per partecipare. Chiusura iscrizioni il 27 gennaio.

20 Gennaio 2019 Tag:, , ,
Il Premio promosso dall'Associazione Amici di Roberto Morrione ha l’obiettivo di promuovere, sostenere e incentivare il giornalismo investigativo. Il Premio è aperto a tutti i maggiorenni nati dopo il 31.12.1988 senza alcuna distinzione di titolo di studio, percorso lavorativo o altro. Possono partecipare anche gruppi di 3 persone. Le categorie in concorso sono due: Videoinchiesta e Inchiesta sperimentale.     CATEGORIA VIDEOINCHIESTA Il progetto dovrà contenere:
  • tema dell’inchiesta
  • obiettivo dell’inchiesta
  • fonti e testimoni disposti a collaborare
  • scaletta di fattibilità, piano di produzione (luoghi e tempi delle riprese e delle interviste da realizzare, progetti e/o storyboard)
Tra tutti i progetti di Videoinchiesta inviati la giuria sceglierà tre lavori che verranno realizzati con il contributo del Premio Roberto Morrione. A ciascuno dei progetti scelti verrà assegnato un contributo in denaro di 4.000 euro (in due tranche) ed il supporto di un tutor giornalistico. I progetti d’inchiesta verranno realizzati con il coinvolgimento di un tutoraggio legale e tecnico e potranno avvalersi di una consulenza musicale forniti dall’Associazione Amici di Roberto Morrione.     CATEGORIA INCHIESTA SPERIMENTALE La sezione sperimentale nasce per sostenere la realizzazione di intuizioni e proposte volte ad interpretare le potenzialità dei linguaggi e degli stilemi crossmediali, che , per loro natura in continuo mutamento, offrono sempre nuove opportunità ideative, capaci talvolta di

Mimmo Càndito. Per un giornalismo a testa alta – aperto il crowdfunding.

5 Dicembre 2018 Tag:, ,
Istituire un premio giornalistico intitolato a Mimmo Càndito e al suo “giornalismo a testa alta”. E’ questa l’idea che è venuta a colleghi, amici e familiari, a otto mesi dalla sua scomparsa. Per realizzarla è stata lanciata una campagna di crowdfunding.   “Grande reporter di guerra, esperto commentatore di politica internazionale, Mimmo Cándito ha raccontato conflitti in ogni angolo del mondo, attraverso un giornalismo di inchiesta serio, indipendente ed intellettualmente onesto” (www.retedeldono.it).     L’intenzione è quella di premiare gli articoli che rispondono a un modello di professionalità e di qualità dei contenuti che rispecchiano le caratteristiche  che hanno contraddistinto da sempre l’operato di Mimmo  Cándito:
  • indipendenza nella ricostruzione e nella rappresentazione dei fatti;
  • la competenza necessaria per interpretarli e collocarli in un contesto storico, geografico, e culturale;
  • valorizzazione di un impegno per la comprensione del mondo e i nessi e conseguenti condizionamenti della realtà italiana, rendendolo intellegibile a chi legge.
  Link e videointervista    

Premio Giornalistico Alessandra Bisceglia per la comunicazione sociale. Entro il 15/12/2018.

16 Luglio 2018 Tag:,
La Fondazione  Alessandra Bisceglia, W  Ale  Onlus e  la  Libera  Università  Maria  SS.  Assunta - LUMSA  di  Roma, promuovono  la III edizione  del  Premio Giornalistico intitolato  alla  memoria  di Alessandra  Bisceglia, giornalista  lucana  scomparsa  il  3  settembre  2008,  all’età  di  28  anni,  in seguito  ad  una grave  patologia.   Il Premio è istituito nell’intento di riconoscere e stimolare l’impegno per la diffusione della comunicazione  sulle  malattie  rare e sull’integrazione  delle  persone  diversamente  abili,  con particolare attenzione all’evidenza scientifica e all'equità nell'accesso alla cura.   La  partecipazione  al  Premio  è  gratuita  e  riservata  a  giornalisti  pubblicisti  o  professionisti iscrittiall’Ordine dei Giornalisti, di  età  non  superiore  ai  35  anni,  nonché  a  giovani  che  si  preparano  a diventare giornalisti, frequentando Scuole di Giornalismo riconosciute dall’Ordine. Sarà istituito anche un riconoscimento speciale alle testate giornalistiche che si sono distinte per la diffusione degli stessi temi.   Possono concorrere al Premio gli autori di servizi in lingua italiana pubblicati su quotidiani, agenzie di stampa,  settimanali,  periodici,  testate  on -line  e  servizi  e  rubriche  radiotelevisivi-pubblicati, trasmessi o diffusi nel periodo compreso tra il 01/12/2017 e il 07/12/2018.   Entro il: 15/12/2018   Link: qui   Informazioni: info@premioalessandrabisceglia.org

Premio giornalistico Ernest Hemingway 2018. Entro il 15 giugno.

23 Aprile 2018 Tag:, , , , , , , ,
Bandita la quarta edizione del “Premio Giornalistico Papa Ernest Hemingway” con cui l'AssociazioneCulturale Onlus Cinzia Vitale, con il patrocinio della FNSI (Federazione Nazionale Stampa Italiana) e dell’Ordine dei Giornalisti del Veneto, intende promuovere la scrittura e la sua originalità, oltre a incentivare e stimolare la passione per la professione degli studenti di giornalismo,  destinatari del bando di concorso.   Oggetto del premio è il rapporto di Ernest Miller Hemingway con il Veneto, nonché la valorizzazione degli scritti del giornalista e scrittore statunitense ispirati dalle terre venete e diventati patrimoni dell'umanità.   La partecipazione al concorso è gratuita ed è riservata agli allievi delle scuole di giornalismo e dei master in giornalismo, agli studenti delle Università, a coloro che hanno conseguito la laurea triennale o magistrale tra il 2016 e il 2018.   Al vincitore sarà assegnata la cifra di mille euro.   Bando: qui   Scadenza: 15 giugno 2018.   Informazioni: segreteria@vitaleonlus.it   Link: qui