OLimpiadi

Giochi Olimpici, giochi mediatici

22 Agosto 2016 Tag:, , , ,
Schermata 2016-08-21 alle 23.13.13 La copertura mediatica delle Olimpiadi sembra un buon campo su cui testare diversi modi di interagire col pubblico. Un'occasione per raccontare un paese lasciando fuori cliches e luoghi comuni. Alcuni media si sono buttati a capofitto in sperimentazioni, chi con buoni risultati chi meno, qui di seguito alcune segnalazioni a ns avviso interessanti.   Ci pare corretto riportare la  premessa direttamente dal piano di comunicazione dell'organizzazione di Rio2016 che proprio gli obbiettivi a cui accenniamo sopra si è posta:
Più che in qualsiasi altra edizione, le comunicazioni ora giocano un ruolo fondamentale: per influenzare le percezioni, coinvolgere gruppi di pubblico, allineare le aspettative, modificare preconcetti, aumentare le opportunità e minimizzare i rischi. In una stretta collaborazione col Comitato Olimpico Internazionale Paraolimpico, il Comitato organizzatore onorerà queste sfide.
Premessa confermata? (altro…)

Una grande macchina spionistica alle Olimpiadi di Sochi

13 Novembre 2013 Tag:, , , ,
Sochicop Twitter, Instagram, Vine e gli altri strumenti del ‘’tecnofilo standard’’ saranno un problema per i giornalisti alle prossime Olimpiadi di Sochi, in Russia.   Lo ha rivelato Max Seddon in un articolo su BuzzFeed:   (altro…)

Cina: una campagna contro il “giornalismo illegale”

22 Luglio 2008 Tag:,
out-92.jpg

Mentre le organizzazioni internazionali lanciano un appello a rafforzare l’ impegno per la libertà di espressione in Cina (vedi Lsdi, Rilanciare l’ azione per la libertà di espressione), Pechino aumenta il controllo e la censura al 'giornalismo illegale' in vista delle Olimpiadi, lanciando una campagna per "ripulire il settore delle pubblicazioni".

Lo annuncia Peacereporter spiegando che le autorità che si occupano di controllare l'editoria hanno dichiarato che "l'obiettivo è quello di creare un ambiente positivo nel campo della comunicazione durante i Giochi di Pechino".

Un caso riguarda il quotidiano Costal Time, della provincia meridionale dello Guangxi Zhuang, che ha aperto un ufficio nella provincia del Lianoning senza autorizzazione. Altri due casi riguardano dei tesserini stampa che sono stati sequestrati perché falsi, e nella stessa provincia è stata scoperta la pubblicazione e la vendita di 'giornali illegali'. Sono stati documentati altri casi di pubblicazioni pornografiche, e sono state sequestrati 46 milioni di pubblicazioni illegali tra giornali, riviste e materiale scandalistico dall'inizio dell'anno.

(via

Olimpiadi: rilanciare l’ azione per la libertà di espressione

15 Luglio 2008 Tag:, ,
out-42.jpg Appelli, petizioni, denunce: a tre settimane dall’ avvio dei Giochi, si moltiplicano a livello internazionale le iniziative di mobilitazione e di sensibilizzazione dei 30.000 giornalisti che confluiranno a Pechino ----- ----- Cento giornalisti e ciber-dissidenti in prigione, giornalisti stranieri bloccati e minacciati nonostante le ripetute promesse di Pechino di dar loro la “massima libertà” prima delle Olimpiadi – sia nel Tibet che nelle zone del Sichuan colpite dal terremoto.

Censura costante, online e altrove. Mancano tre settimane all’ apertura dei Giochi e l’ Ifex lancia un appello per accrescere la pressione per la difesa della libera espressione in Cina.

Mentre RSF (Reporters sans frontiers) insiste sul suo invito ai capi di Stato a boicottare le cerimonie di aperture – sembra che il presidente francese Nicolas Sarkozy sia ritornato sulla sua decisione e abbia rinunciato all’ impegno preso di assistere alle Olimpiadi solo se le autorità cinesi avessero avviato un vero dialogo con il Dalai Lama – e lancia un appello ai cittadini a manifestare, alla vigilia dell’ aperture dei Giochi, davanti alle ambasciate della Repubblica popolare cinese.