media

Social Media Campainger per Progetto “Get the trolls out” – Termina il 13 novembre

7 Novembre 2017 Tag:, , , , , , , ,
Il Media Diversity Institute cerca un social media campainger per gestire, sviluppare e coordinare il progetto “Get The Trolls Out” che ha l’obiettivo di contrastare l’odio contro le minoranze religiose in Europa.   Il progetto, che conivolge le organizzazioni della società civile di Beglio, Francia, Germania, Grecia e Ungheria mira a contrastare l’hate speech, gli stereotipi e influenzare l’opinione  pubblica mediante  la diffusione di contenuti mediatici inclusivi.   La risorsa dovrà sviluppare campagne di impatto sul tema in oggetto, creare dei contenuti mediatici  che abbiamo l’intento di stimolare il cambiamento, costruire consenso attorno ai temi della campagna; provvedere al management dei social media, promuovendo attività che stimolino l’engagement; pianificare i contenuti e monitorare la campagna attraverso le analytics.   Oltre alle competenze tecniche come l’uso del content management system, Photoshop, conoscenza fluente dell’inglese, il candidato dovrà dimostrare di credere nei valori di MDI, nell’importanza della diverstà culturale e nella convinzione che i media possano influenzare positivamente la società.   Sede: Londra   Dettagli: contratto 16 mesi   Link: qui   INFO: info@media-diversity.org   Scadenza:  13 novembre

Corso di giornalismo e comunicazione multimediale della Fondazione Basso Onlus. Scadenza iscrizioni 30 ottobre 2017.

30 Settembre 2017 Tag:, ,
“La Scuola di giornalismo Lelio Basso fornisce strumenti tecnici della professione giornalistica e strumenti analitici e metodologici necessari per leggere i fenomeni del mondo contemporaneo, al fine di sviluppare le competenze proprie del giornalismo d’inchiesta. Il percorso formativo offre una preparazione alla gestione delle notizie attraverso diversi tipi di media: radio, web, fotografia e video. Il corso approfondisce inoltre il tema dei diritti nelle aree del mondo di particolare rilevanza geopolitica, approfondendone gli aspetti storici, giuridici, politici e culturali”.     Le lezioni si terranno a partire dal giorno 20 novembre 2017, nelle mattinate, dal lunedì al venerdì e termineranno nel mese di maggio 2018. Previste inoltre 300 ore di tirocinio formativo presso sedi giornalistiche rappresentative di tutti i settori della comunicazione (alcune tra le testate convenzionate sono: ADN Kronos, Agenzia Dire, Il Fatto Quotidiano, Radio Vaticana, Redattore sociale, Sky TG24, Oxfam, City News, ANCI, The post internazionale, Archivio delle memorie migranti).     Programma didattico 2017-2018:  
  • tecniche multimediali e web doc: tecniche di giornalismo multimediale, scrittura giornalistica, giornalismo radiofonico, videogiornalismo, architettura dell’informazione e scrittura per il web, informatica per la comunicazione, grafica editoriale, photoshop e la gestione delle immagini nel digitale;
  • tecniche giornalistiche, giornalismo investigativo, l’inchiesta giornalistica, social media management, Data Journalism, diritto dell’informazione;
  • approfondimenti tematici

WW Social Media and Editorial Content Internship per Gucci

17 Luglio 2017 Tag:, , , , , ,
Il candidato dovrà supportare tutto il team WW Social Media nelle attività di gestione dei Social Networks sulle pagine ufficiali di Gucci. Ecco nel dettaglio le principali attività:   Gestione delle attività di social media, offrendo supporto alle regions Partecipazione a progetti speciali Gestione delle attività pubblicitarie di social media Gestione dei contenuti della app Gucci Attività di reportistica delle attività di Social Media Supporto nella gestione del Social Media Budget Supporto nella stesura di testi in italiano e inglese     Requisiti Conoscenza di Microsoft Office e dei principali Social Networks Buona capacità di storytelling Attitudine a sperimentare Fluente conoscenza della lingua Italiana e Inglese Sono richieste ottime doti organizzative e di orientamento all'obiettivo.     Durata dell’Internship: da 6 a 12 mesi Link: qui Informazioni: qui Scade: open

Master di Primo Livello in Critica Giornalistica. Scade il 23 ottobre.

5 Luglio 2017 Tag:, ,
Aperte le iscrizioni al Master in Critica Giornalistica con specializzazione in Teatro, Cinema, Televisione e Musica per l'anno accademico 2017/2018 presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico”.   Ecco il bando che indica i criteri di accesso, i requisiti, le modalità e le tempistiche richieste per presentare la domanda di iscrizione. Previste 8 borse di studio.   Il Master si svolgerà dal 24/11/2017 per una durata complessiva di 1.500 ore che comprendono anche numerosi stage in redazioni giornalistiche e uffici stampa.   l corso si avvale di docenti altamente qualificati e strutturati nei maggiori organi d’informazione italiani, e si muove su due binari paralleli: da una parte le lezioni di critica teatrale, cinematografica, televisiva e musicale e dall’altra le lezioni di giornalismo.   I principali obiettivi del corso sono: potenziare le capacità di osservazione, di analisi e di critica dello spettacolo contemporaneo far acquisire conoscenze specifiche ed approfondite, relative alla storia dei diversi contesti storico culturali, sociali, di produzione e fruizione delle arti performative, del cinema, della musica e dello spettacolo; approfondire le teorie e le metodologie di analisi dei linguaggi espressivi e delle tecniche utilizzate nelle arti visive, nel cinema, nella musica e nello spettacolo dal vivo; far acquisire le tecniche essenziali per la redazione di un servizio giornalistico per

L’uccellino del Presidente

3 Giugno 2017 Tag:, , , , , , ,
Nessun titolo allusivo, nessuna Patata o peggio, nessuna allusione pecoreccia, solo una boutade per provare a raccontarVi dopo faccialibro le clausole del contratto che ci lega a twitter dopo che abbiamo deciso di aprire un nostro account sul social dell'uccellino che compie quest'anno il suo 11esimo anno di vita. La battuta del titolo ci è sorta spontanea dopo che il co-fondatore del social a 140 caratteri Evan Williams ha ritenuto opportuno anzi necessario  rilasciare un'intervista al New York Times in cui chiede pubblicamente scusa agli americani e forse al mondo per aver involontariamente aiutato Mr. Trump a vincere le ultime presidenziali attraverso i suoi 30 milioni di followers su Twitter.     “I think the internet is broken. And it’s a lot more obvious to a lot of people that it’s broken.” Internet si è rotto, ha detto fra le altre cose William al prestigioso quotidiano della grande mela, "pensavo -  ha continuato Williams -  che poter scambiare informazioni liberamente per tutti i cittadini del mondo fosse un modo per garantire la democrazia, ma invece mi sbagliavo". Beh, aggiungiamo noi dal nostro minuscolo pulpito, forse il rischio era insito e