Media e potere

La satira non è ufficiale (sarà forse gentiluomo?)

22 ottobre 2018 Tag:, , ,
" Sono l'autore della pagina. Questo è un post serio, poi torneremo a cazzeggiare come prima 😉.   Ho creato questa pagina un mese fa per mettere in evidenza in chiave satirica le caratteristiche di questo governo.   Ho dichiarato sin da subito che la pagina non fosse del vero Di Maio, e l'ho fatto in tre diversi modi: 1) la J nel cognome 2) l'indirizzo della pagina (https://m.facebook.com/dimaioparodypage/) 3) la descrizione della pagina, cliccando su informazioni pagina (parody account ufficiale, aperto dal lunedì al sabato, chiuso la domenica).   Nonostante questi avvisi, il 90% delle persone non si è resa conto che la pagina non appartenesse al vero Luigi Di Maio, e questo nonostante l'assurdità e la surrealità dei post (Gratta e Vinci nelle scuole, tagli alle pensioni d'oro da 700 €, la love-story con Virginia (anzi, Verginia 😀) Raggi, etc. etc. In un mese ho ricevuto migliaia di messaggi di complimenti ma anche tantissime segnalazioni (oltre 10mila) di persone che ritenevano fosse opportuno far chiudere la pagina, poiché sbeffeggiava il Movimento 5 Stelle. In realtà l'intento non è mai stato quello di sbeffeggiare il Movimento 5 Stelle, ma solo di mettere in evidenza alcune loro caratteristiche e alcune loro debolezze, che

Workshop su migrazione e rifugiati a Londra. Scade il 24 luglio

5 luglio 2017 Tag:,
Il Media diversity institute (Mdi) ha aperto le iscrizioni al workshop per giornalisti dei paesi dell’Unione europea che vogliono migliorare le loro capacità di raccontare le storie dei migranti, rifugiati e di altre categorie vulnerabili e proporre una migliore rappresentazione mediatica delle minoranze. L’evento avrà luogo a Londra dal 4 all’8 settembre.  Il corso sarà in inglese e tutti i costi di partecipazione saranno coperti dagli organizzatori. La domanda deve essere presentata entro il 24 luglio, scrivendo a info@media-diversity.org.   Proposto all’interno del progetto Media Against Hate, tale workshop permetterà di conoscere le buone pratiche da utilizzare nella copertura mediatica di questioni delicate, come sono quelle del fenomeno  migratorio, nel contesto della Brexit e del crescente sentimento xenofobico in Europa.     LINK : qui   INFORMAZIONI:  info@media-diversity.org   SCADENZA: 24 luglio 2017

Prima Medium, ora Paper. I social diventano editori e sarà bene prenderli sul serio (e altre segnalazioni)

2 febbraio 2014 Tag:, ,
Paper- Prima Medium, ora Paper. I social diventano editori e sarà bene prenderli sul serio - Quei begli articoli lunghi - Qual è lo share su Twitter dei programmi televisivi | Tutti i dati live - Agenda digitale: "In 3 anni banda larga per metà italiani" - I Top 20 dell’Informazione Online in Italia - In difesa di Pierluigi Battista e di noi tutti - Mobile advertising: un business da oltre 200 milioni di euro - Yahoo Mail sotto attacco: rubati dati a migliaia di utenti - Wikileaks è finanziato perlopiù coi Bitcoin (altro…)

Polemiche sul progetto di legge-scudo in Usa, ‘’la sinistra odia la libertà di stampa’’?

17 settembre 2013 Tag:, , , , , , , ,
SenatoUsa L’ accusa viene da un blog del sito della destra repubblicana texana, Texasgopvote, che attacca il disegno di legge approvato ieri dalla Commissione giustizia del Senato e si schiera a favore del giornalismo non mainstream, dei blogger, del citizen journalism.   Il provvedimento di mercoledì scorso, che ‘’protegge’’ i giornalisti e ‘’rafforza’’ le leggi scudo esistenti a livello di singoli stati – dice Tom Donelson, presidente dell’ American Pacs (una coalizione conservatrice),  ‘’è solo un’ arma potente regalata al governo: la possibilità di definire chi è giornalista e chi non lo è e di determinare quindi chi ‘merita’  protezione e chi invece viene fregato. In futuro, il governo userà il suo potere per intimidire i giornalisti'’.   (altro…)

Accordo al senato Usa sulla definizione di ‘’giornalista’’, c’ è allarme sulle intenzioni del governo

16 settembre 2013 Tag:, , , , , , , , , , , , , , ,
Scudo1''Un dipendente, un collaboratore autonomo o un delegato di un soggetto che diffonde notizie o informazione'' (‘’ an employee, independent contractor or agent of an entity that disseminates news or information’’).   E’ questa la definizione di giornalista su cui la Commissione giustizia del Senato americano ha trovato un accordo nei giorni scorsi nell’ ambito della discussione su una ‘’schield law’’ federale, una legge-scudo, che dovrebbe proteggere il giornalista e/o il giornalismo contro le intrusioni e le minacce dell’ esecutivo.   (altro…)