leggi

L’aggettivo che divenne sostantivo

12 Dicembre 2016 Tag:, , , , , , , ,
post-truthLa Postverità è un fatto, ma non era un aggettivo? Ora che l'ha usata il presidente del Consiglio, anzi l'ex, (sarebbe stato forse carino dire il "post presidente" ma in italiano significa un'altra cosa)  questa parola si è ancora più impressa nelle menti di tutti noi.  Noi audience alquanto social che molto commenta e notifica e "laika": non inteso come non religioso e nemmeno come cagnetta nello spazio ma come tasto di approvazione ai commenti su  faccialibro. "Le conversazioni sono notizie" recitava il tema di #digit16 e nelle conversazioni il lavoro della ricerca della verità diventa davvero molto più difficile da fare, più difficile di sempre anche per i professionisti dell'informazione. (altro…)

Smart society in Smart cities #digit16

5 Ottobre 2016 Tag:, , , , , , , , , , ,

smartsocietyLa cultura digitale deve andare di pari passo con l’evoluzione tecnologica non sono sufficienti le abilitazioni tecnologiche e quelle legislative per avviare il cambiamento, ma contano gli aspetti sociali, culturali e organizzativi. Ecco perché, quello  delle Smart City e Smart Society, non è un tema da affrontare soltanto da un punto di vista tecnologico/legislativo, ma anche ripensando le organizzazioni come sistemi sociali aperti in cui le persone abbiano un ruolo costantemente cooperativo e collaborativo. Partendo proprio da questioni di ordine sociologico, individuando la necessità di percorsi di cooperazione per la gestione del Bene Comune, il workshop sarà occasione di approfondimento di e formulazione di ipotesi di lavoro su una materia tanto interessante quanto complessa. (altro…)

Ordine, disordine, contrordine

20 Gennaio 2016 Tag:, , , , , , , , ,
tesserino Riceviamo e pubblichiamo questo pezzo da parte di un consigliere nazionale dell'Ordine dei giornalisti e invitiamo chiunque fosse interessato a scrivere sulla materia a partecipare al dibattito pubblicamente sulle nostre pagine inviandoci sue riflessioni sul tema. Dal canto nostro vorremmo precisare di essere stati chiamati a partecipare al processo di realizzazione della legge  per l'assegnazione di fondi pubblici a sostegno dell’editoria e che nei prossimi giorni racconteremo tutto il processo, dal nostro punto di vista, sulla nostra bacheca online. Buona lettura.   (altro…)

Protezione legale per il giornalismo, non solo per i giornalisti

27 Maggio 2013 Tag:, , , , , , , , , , , ,
Ap I casi dei redattori dell’ Associated Pressi  e del giornalista di Fox News James Rosen, spiati da uffici governativi Usa, hanno riproposto negli Stati Uniti l’ ipotesi  di una revisione della legge che protegge il lavoro dei giornalisti (la shield law) alla luce della pratica sempre più diffusa del citizen journalist: ormai il pubblico attivo contribuisce in modo consistente alla produzione dei media – osserva Webcartografie - , come accade durante i disastri naturali oppure negli eventi di cronaca, ad esempio mediante l’ invio di testimonianze dal campo. Ma a questo punto, quando si considera la questione della protezione legale del sistema di raccolta e diffusione delle notizie, la domanda che ci si deve porre non è chi sia la persona che compie questa attività, e quindi ‘’chi è giornalista?’’, ma piuttosto quella: ‘’questo è un atto di giornalismo?”.   Negli Stati Uniti il dibattito su questo problema è già abbastanza avanti, come dimostra un’ ampia analisi di Jeffrey P. Hermes, direttore di Digital Media law, dal titolo ‘’ Who is a Journalist? Here We Go Again…’’, di cui presentiamo qui ampi