internet

Festival del giornalismo: una tesi sul tema

15 Maggio 2016 Tag:, , , , , , , , , ,
festival-giornalismoEnrica Orrù, ex studentessa dell'Università di Genova,  ha realizzato recentemente, una tesi di laurea per il Corso di Laurea magistrale in Informazione e Editoria dedicato ad un argomento che  ci sta molto a cuore i festival del giornalismo. La tesi, che ha destato il nostro interesse e alla cui realizzazione abbiamo anche in piccola parte partecipato in qualità di organizzatori di una delle manifestazioni di cui l'elaborato si occupa, si intitola: "Gli spazi del dibattito sull'informazione in Italia. I festival del giornalismo" .  L'elaborato è stato discusso a marzo e ha ottenuto il massimo del punteggio. Relatori della tesi sono stati la professoressa Marina Milan e la professoressa Nicoletta Buratti. Noi di Lsdi abbiamo deciso di pubblicare integralmente il lavoro di Enrica Orrù per permettere di analizzare al meglio il fenomeno.
Ecco alcuni estratti dal lavoro di Enrica e di seguito la tesi integrale, buona lettura !
(altro…)

L’odio non è un’opinione

21 Marzo 2016 Tag:, , , , , , , , , , , , , , ,
Bricks-SilenceHateSempre più frequenti e numerosi i discorsi d’odio che serpeggiano nella rete. Nel 2014, l’Unar (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali) ha registrato 347 casi di espressioni razziste sui social, di cui 185 su Facebook e le altre su Twitter e Youtube. A queste se ne aggiungono altre 326 nei link che le rilanciano per un totale di 700 episodi di intolleranza, con un trend in crescita per il 2015. (altro…)

Privacy: la nuova frontiera della sovranità

14 Marzo 2016 Tag:, , , , , , , , , , , , ,

Silicon Valley: i signori del silicio – recensione

1 Marzo 2016 Tag:, , , , , , , , ,

61 - Morozov_115x180_DEF“[...] e nelle azioni di tutti li uomini, e massime de’ principi, dove non è iudizio da reclamare, si guarda al fine. Facci dunque uno principe di vincere e mantenere lo stato: e’ mezzi saranno sempre iudicati onorevoli, e da ciascuno laudati; perché el vulgo ne va preso con quello che pare e con lo evento della cosa; e nel mondo non v'è se non vulgo; e li pochi non ci hanno luogo quando li assai hanno dove appoggiarsi.”
Questo brano, tratto dal Capitolo XVIII de Il Principe di Machiavelli, penso sia un buon modo per introdurre il saggio di Evgenij Morozov, "Silicon Valley: i signori del silicio" .

Non me ne voglia lo studioso bielorusso, perché lo introduco con Machiavelli a dispetto del suo averlo definito ormai out opponendogli, argomentando sul linguaggio della burocrazia governativa, un più in Daniel Kahneman, psicologo comportamentale, vincitore del Premio Nobel per l'economia nel 2002. (altro…)

Archiviati: Il native advertising

18 Febbraio 2016 Tag:, , , , , , , , ,
NativeInizia oggi una nuova rubrica sul nostro sito. L'abbiamo chiamata << archiviati >> e sarà composta da pezzi realizzati utilizzando spunti e ricordi estratti dal nostro archivio. Suggestioni ricavate da nostri precedenti articoli, grazie alle quali cercheremo di fare il punto, il più possibile aggiornato, su uno dei temi caldi del nostro settore. Cominciamo parlando di: native advertising   Il native advertising journalism rimane uno dei concetti più controversi e meno compresi del marketing ancora oggi. Per alcuni è una minaccia all'integrità giornalistica per altri una fonte di guadagno ed un modo efficace per raggiungere e coinvolgere il pubblico. Melanie Deziel che ha fatto del native advertising la sua "ragione di vita e lavoro" pone il native ads all'interno di una sezione trasversale alla pubblicità e alla narrazione giornalistica.   (altro…)