Iacopino

Giornalisti precari: Ciampi (Ast) ‘’Iacopino, il sindacato non ‘guarda dall’ altra parte’ ‘’

11 Aprile 2014 Tag:, , , , , ,
Ciampi-cop‘’Piuttosto che queste accuse, caro Enzo, dal mio Ordine mi aspetterei innanzitutto una riforma seria e soprattutto in tempi rapidi, perché ormai siamo al limite del tempo massimo che ci è consentito’’. ‘’Dall' Ordine mi aspetterei anche una serie riflessione sulle prospettive del sistema informazione, sulle risorse che ragionevolmente possono essere in campo e possono essere reperite, così come un impegno forte sulla ridefinizione dei confini della professione, mai come oggi incerti’’ Lo afferma Paolo Ciampi, presidente dell’ Associazione stampa toscana, in una lettera aperta al presidente dell’ Ordine, Iacopino, in cui contesta contenuti e toni della sua replica al documento diffuso da 12 associazioni regionali di stampa. E propone un confronto pubblico a Firenze, in nome della omonima ‘’Carta’’.   (altro…)

Precariato, ma gli editori non sono i soli responsabili

15 Marzo 2014 Tag:, , ,
corrispettivi-giornalistiLa pagina Facebook del presidente dell'Ordine dei Giornalisti Enzo Iacopino sta pubblicando in questi giorni delle immagini di scansioni digitali di documenti che riportano i compensi che vari editori propongono, o meglio dire impongono, ai giornalisti collaboratori.   Come non è noto ai cittadini - lettori, ma come sanno  tutti i giornalisti, questo esercito di giornalisti è la vera spina dorsale produttiva dei giornali e degli organi di informazione dato che senza di loro non si produrrebbe più della metà dell'informazione in circolo in Italia. Dai documenti esce un mondo del giornalismo sempre più sfruttato e tiranneggiato  attraverso forme contrattuali perennemente al ribasso, diverse fra loro come forma e sostanza.  

(altro…)

Ordine dei giornalisti, ‘’facciamo cominciare il futuro’’

14 Marzo 2014 Tag:, , , , ,
ordine Il numero dei pubblicisti cresce in maniera costante. Ma al loro interno sono sempre di più i giovani giornalisti precari e indifesi, ingabbiati nel recinto di uno status – il pubblicismo – che consente agli editori di utilizzarli come forza lavoro a costi bassissimi. Chiuse le porte delle redazioni, il pubblicismo è ormai diventato un canale di accesso alla professione: ma è un accesso a condizioni sempre più umilianti, sia sul piano dei redditi che su quello dei diritti e della identità professionale. E’ una delle principali questioni alla base della proposta di riforma dell’ Ordine (un albo/un elenco dei ‘’giornalisti abilitati alla professione’’) messa a punto da ‘’Liberiamo l’ informazione’’, l’ area di opposizione alla gestione del Cnog da parte di Enzo Iacopino e dei suoi alleati.  Da Art21 riprendiamo un intervento  in risposta a una nuova proposta di Carlo Verna.   (altro…)

Stati generali dell’informazione precaria, mobilitazione in progress

16 Luglio 2013 Tag:, , , , , , , , , , ,
PrecariFinita la due giorni romana dell’11 e 12 luglio, gli Stati generali proseguono con iniziative territoriali per i diritti del lavoro giornalistico autonomo - Pubblichiamo il comunicato con la mozione finale e i link a documentazione e approfondimenti.   (altro…)

Le non risposte di Mario Monti sullo stato del giornalismo in Italia

14 Gennaio 2013 Tag:, , , , , ,
Monti Come e quanto i partiti e le coalizioni parlano dei temi dell' informazione e del giornalismo all' interno dei loro programmi in vista delle prossime elezioni? Apriamo una discussione con questo primo intervento, ripartendo da prima delle vacanze di Natale,  dalla confernenza stampa tenuta dall' ex presidente del consiglio Mario Monti (nella foto durante l' incontro del 23 dicembre con i giornalisti).   (altro…)