giornalismo semantico

Evri.com, un nuovo strumento per il giornalismo semantico

29 Settembre 2008 Tag:, ,
out-1110.jpg Il sito, per ora in fase sperimentale, utilizza connessioni semantiche per aiutare chi sta facendo ricerche a scoprire più facilmente collegamenti e intrecci su un determinato tema – Più che a cercare informazioni, quindi, sembra molto utile per organizzarle e potrebbe agevolmente sostituire Wikipedia come prima tappa per sfoltire le ramificazioni di un argomento ----------
E’ stato appena lanciato un nuovo strumento semantico (vedi Lsdi, Giornalismo semantico, una serie di esperimenti) che potrebbe essere molto utile ai giornalisti.

Si tratta di Evri.com, una start-up Usa, che punta a “raccogliere il meglio di video, foto e articoli d’ informazione” sul web utilizzando  connessioni semantiche per aiutare chi sta facendo delle ricerche a scoprire più facilmente connessioni e intrecci.

Il sito è ancora nella fase beta (si può chiedere di essere registrati qui).

Più che essere usato per trovare delle informazioni - spiega Nicolas Kaiser-Bril sul suo blog – Evri.com può essere utile soprattutto per organizzarle. Per i

Giornalismo semantico: una serie di esperimenti

4 Luglio 2008 Tag:
out-111.jpg Gli strumenti del web semantico potrebbero consentire in futuro ai giornalisti di ottenere con estrema semplicità una grande quantità di materiali, lasciando loro solo “i compiti che sanno fare meglio: analizzare e verificare” – Un primo articolo dell’ equipe dell’ Online Journalism Blog, che effettuerà una serie di test nel campo delle applicazioni semantiche ----------

Nelle prossime settimane l’ equipe dell’ Online Journalism Blog effettuerà una serie di test nel campo delle applicazioni semantiche per dare una mano ai giornalisti. Lo annuncia sul suo sito, windowthemedia.com , Nicolas Kayser-Bril, assicurando che verranno “separate le ciarlatanerie dalle innovazione autentiche” e che verrà aperto un dibattito pubblico sull’ eventuale valore aggiunto delle applicazioni semantiche.
  
Il giornalismo semantico – spiega Kayser-Bril – è una “anticipazione del giornalismo del futuro. Quando il giornalista si mette al lavoro, il suo pc gli cerca i materiali per l’ articolo: dalle immagini per illustrarlo fino all’ opinione della blgosfera sull’ argomento. Il programma che verrà utilizzato legge anche le pagine di Wikipedia ed è in grado di sintetizzare i concetti chiave. E