giornalismo professionale

I giornalisti? Fanno più intrattenimento che informazione

22 Luglio 2008 Tag:, ,
Reporter Nel dibattito sulla natura e il ruolo del giornalismo in corso in Francia, un nuovo punto di vista provocatorio contro la ideologia della centralità del giornalista professionale – Un articolo di Nicolas Kaiser-Bril ----------

L’ informazione è una cosa, i contenuti giornalistici un’ altra cosa, che si avvicina molto di più all’ intrattenimento. Lo rileva su Windowonthemedia.com Nikolas Kaiser-Bril, ironizzando sulla pretesa dei giornalisti professionali di essere perennemente al centro di tutti gli snodi del settore dell’ informazione.

Analizzando recentemente tre dei più importanti blog francesi sui temi del giornalismo e dell’ informazione – quelli di Jeff Mignon, Benoît Rafael e Francis Pisani – in relazione al tema del cosiddetto User-Generated Content (i contenuti prodotti dagli utenti) – rileva Kaiser-Bril -, Denis Ruellan ha sottolineato che nessuno dei tre ne parlava senza situare il giornalista al centro del discorso.

Sembra come se i giornalisti fossero lì a organizzare  l’ informazione, come dice Mignon, e come se gli internauti fossero invece incapaci di svolgere quel ruolo.

La tribù del vecchio giornalismo professionale deve migrare, ma il terreno su cui deve ricostruirsi è in parte già occupato

12 Luglio 2008 Tag:, ,
out-17.jpg Un intervento di Jay Rosen sulla crescita del giornalismo semi-professionale e sul panico che si è impadronito di gran parte del giornalismo professionale – “Come succede a tutti coloro che sono costretti a migrare dovunque nel mondo, i membri della tribù della stampa devono decidere che cosa prendere con loro. Quando partire. Dove andare” – “Cosa sarà la vita nell’ oceano digitale resta una incognita. E il tutto sarà ancora più duro visto che il terreno sul quale la stampa dovrà ricostruirsi è già occupato da persone impegnate a costruire una sorta di civilizzazione alternativa alle informazioni e ai commenti del giornalismo professionalizzati”- E poi “nell’ attuale frattura digitale, le condizioni di esercizio del giornalismi non sono più del tutto le stesse. La comunicazione è bidirezionale, many-to-many. La condivisione orizzontale dell’ informazione è diventata importante tanto quanto il modello top-down della sua diffusione. I lettori sono diventati redattori, e le persone che un tempo si definivano ‘audience’ sono oggi dei produttori di contenuti, degli esperti che condividono le loro opinioni e dei consumatori autonomi”- “La tribù dell’ informazione pensava di poter condizionare anche il web dominandone i contenuti, ma questo la