Germania

Racconti di guerra e di pace

11 Giugno 2018 Tag:, , , , , , ,
Se riuscissimo per  davvero a fare tesoro di quello che ci accade, chessò poniamo una guerra,  e fossimo in grado di dare un senso a espressioni retoriche come:   "la Storia è maestra di vita", forse riusciremmo tutti insieme a vivere davvero molto meglio in questo nostro piccolo/grande mondo. Perdonate il preambolo un tantino pomposo ma il fatto che vorremmo raccontarvi oggi è davvero intrigante e nasce da una ricerca internazionale cui stanno lavorando due studiosi  dell'Istituto di studi asiatici dell'Università  australiana di Melbourne e riguarda un argomento  pesante e assai controverso come la Seconda Guerra Mondiale. Lo facciamo a modo nostro, dal punto di vista dell'informazione e del giornalismo, e anche della rivoluzione digitale.  E lo facciamo provando ad illustrarVi il contenuto di questo progetto ideato da questi due professori, dell'ateneo australiano: una italiana e un giapponese,  che si occupa di studiare come il racconto "ufficiale" del dopo guerra - quello contenuto nei libri di storia per intendersi - , e le narrazioni  realizzate via via dai diversi mezzi di comunicazione,  abbiano influenzato la creazione di una memoria collettiva e promosso, a vario titolo e misura, azioni di riconciliazione dentro la società.

Max Planck Institute. Residence program in Germania. Deadline 11 giugno.

14 Maggio 2018 Tag:,
Max Planck Institute for Gravitational Physics (Albert Einstein Institute) offre a giornalisti scientifici esperti la possibilità di frequentare un Residence Program a Potsdam, in Germania.   Due mesi di fellowship per conoscere le tematiche di ricerca dell’istituto e condurre un seminario sul tema della comunicazione scientifica.   Copertura delle spese EUR3,500/month.   I candidati- giornalisti scientifici esperti- devono avere una eccellente conoscenza dell’inglese scritto e parlato. La conoscenza del tedesco è desiderabile ma non essenziale.   Deadline: 11 giugno 2018   Link:qui    Info: elke.mueller@aei.mpg.de

Anche la Germania scopre che è arrivata la crisi

8 Ottobre 2013 Tag:, , , ,
Germania1 ‘’C' è una forte atmosfera di svolta e di sbandamento’’, racconta Ken Doctor su NiemanLab . Con la vendita del tutto inaspettata dei due principali quotidiani di Amburgo e Berlino da parte di Springer al gruppo editoriale Funke, ‘’i giornalisti della carta stampata si sono sentiti come se qualcuno - in questo caso la più potente casa editrice del paese – avesse sbattutto la porta con forza. La campana a morte sta cominciando a suonare , in silenzio , dietro quella porta",  dice Cordt Schnibben, dello Spiegel.   Intanto il calo degli introiti pubblicitari viaggia a due cifre, a un tasso parecchio superiore a quello Usa e i paywall sono in rapida crescita,  interessano oltre il 10% dei quotidiani del paese, mentre importanti quotidiani stanno cercano di funzionare senza pubblicità  e affidandosi unicamente agli introiti dal versante lettori.   (altro…)

In un grafico impressionante la crisi dei giornali tedeschi

19 Agosto 2013 Tag:, , , ,
Germania Un grafico bello e drammatico illustra come la crisi della carta stampata abbia colpito duramente anche la Germania. Pubblicato sullo Spiegel, il grafico disegna il calo vertiginoso di cinque quotidiani tedeschi fra il secondo semestre del 1998 e lo stesso periodo di quest’ anno.   Ne parla ampiamente Pier Luca Santoro in un articolo sul Giornalaio, che riportiamo integralmente.   (altro…)

Google News, dal 1° agosto in Germania cambia tutto

23 Giugno 2013 Tag:, , , ,
Google-De Cambia tutto a Google News Germania. A partire dal 1° agosto – spiega Techcrunch - saranno indicizzate solo le fonti che hanno esplicitamente consentito di essere visualizzate. Resterà invece di dominio pubblico negli altri 60 paesi dove  opera attualmente. In Germania è stata approvata invece all’ inizio di quest’ anno una nuova legge sul diritto d’ autore, che entrerà in vigore il 1° agosto, e Google rischia di dover pagare giornali, blog e altri editori per poter pubblicare anche solo piccole parti di articoli servizi.   (altro…)