free lance

Insieme per essere

26 Luglio 2020 Tag:, , , , , , , , , ,
 
E' ancora il 2004, anno di fondazione di questo blog, e di questo gruppo di studio, ricerca e lavoro sul giornalismo che risponde al nome di Lsdi. Il nostro fondatore e mentore Pino Rea, registra altri importanti fatti, in quello scorcio dell'anno. Fatti che avranno ripercussioni fino ai giorni nostri e "oltre" per usare un eufemismo direttamente estratto dall'epica di Star Trek (si scherza). Il primo fatto, citato in un annuncio/articolo a firma proprio del nostro maestro, datato 18 settembre 2004;  è la nascita/fondazione ad Ancona dell'Associazione Nazionale della Stampa Online. Dal settembre del 2004 l'acronimo Anso comincia a girare per siti, giornali, festival e convegni. Ma soprattutto le testate giornalistiche native digitali "locali e iperlocali" si riuniscono in un'aggregazione, un'associazione, un gruppo, per cominciare a contarsi e a contare "qualcosa", nel panorama, ancora assai sbilanciato verso l'analogico, della stampa e dell'editoria "professionale". Un innovatore, un attento osservatore dei cambiamenti, uno studioso di giornalismo come Pino Rea non poteva certo non registrare questo evento e non raccontarlo da scafato cronista, seguendo i dati, le cifre, e  i numeri, da par suo:    
I quotidiani telematici locali, anche

Giornalista per adesione

27 Febbraio 2018 Tag:, , , , , , , , , , ,

Nella prima edizione fuori porta del nostro festival dedicato al giornalismo digitale: #digitRoma, fra le varie cose di cui abbiamo discusso, ci sono stati anche un paio di momenti che ci siamo auto dedicati. Non per megalomania, credeteci, ma perchè ci siamo resi conto negli ultimi mesi che la nostra professione necessita urgentemente di aiuto concreto. Il momento è assai delicato e oltre agli studi e alle previsioni c'è bisogno al più presto di fornire soluzioni alla crisi. C'è bisogno, a nostro avviso, di uscire dalle statistiche e dai calcoli, per provare ad affrontare di petto i problemi della categoria, finchè è possibile, ed esistono ancora alternative plausibili da proporre.  (altro…)

La professione giornalistica in Italia: continua il declino del lavoro dipendente e cala il peso delle testate tradizionali

16 Dicembre 2014 Tag:, , , , , , , ,
Professione1 Si restringe sempre di più il campo del lavoro giornalistico dipendente, con una massiccia espulsione dalle redazioni, mentre il peso delle testate tradizionali in termini di occupazione diminuisce sensibilmente. La ‘’bolla’’ del lavoro autonomo (o parasubordinato) continua intanto a gonfiarsi tanto che, almeno sul piano quantitativo, esso domina l’ industria giornalistica, coprendo ora quasi due terzi dei giornalisti attivi ma raccogliendo redditi fra le 5,6 e le 6,9 volte inferiori a quelli medi dei giornalisti salariati.   Sono le principali linee di fondo dell’ evoluzione del sistema dell’ informazione giornalistica in Italia che emergono dal quinto Rapporto sulla professione in Italia, realizzata sulla base dei dati (aggiornati al 31 dicembre 2013) forniti a Lsdi dagli enti professionali: Casagit, Fnsi, Inpgi, Ordine.   (altro…)

L’ Italia e l’estero visti dai free lance. Nasce Radio Bulletts

22 Novembre 2014 Tag:, ,
RadioDa venerdì 21 novembre è in onda Radio Bullets, notiziario radioofnico a cura di Barbara Schiavulli, reporter di guerra, e Alessia Cerantola, giornalista in Asia, che sarà messo online ogni giorno.   Obbiettivo: diffondere ‘’le notizie che non leggerete sui vostri giornali (qualcuna si ma non a lungo). Un breve notiziario via social media e web con le notizie dal mondo’’   (altro…)

I free lance al Papa, ‘’siamo tutt’ altro che dei privilegiati’’

3 Novembre 2013 Tag:, ,
papaLe condizioni di  sfruttamento e la mancanza di tutele in cui versano in Italia la maggior parte dei giornalisti lavoratori autonomi (che, secondo i dati ufficiali, elaborati da Lsdi, sono oggi il 60% di quelli attivi, a fronte di un 40% con contratti da dipendenti) sono al centro di una lettera aperta, firmata da undici freelance italiani e consegnata da qualche giorno al Pontefice, Papa Francesco.   Gli 11 firmatari – spiega una nota – rappresentano varie realtà regionali e fanno parte della Commissione nazionale Lavoro autonomo della FNSI, il sindacato dei giornalisti italiani, e di altri organismi nazionali e regionali di categoria   (altro…)