Fondazioni

Parte ProPublica, giornalismo investigativo finanziato da una Fondazione

14 Giugno 2008 Tag:, , ,
Il logo di ProPublica Dopo alcuni mesi di incubazione è partito negli Usa il laboratorio che farà “giornalismo investigativo di interesse pubblico” – L’ esperimento è sostenuto da una Fondazione che fa capo a Herbert e Marion Sandler, una coppia di miliardari californiani democratici che hanno messo a disposizione 30 milioni di dollari per 3 anni – Una ventina i redattori impegnati – ProPublica diventerà anche un punto di aggregazione del lavoro di altre testate – La guida Paul Steiger, che per 16 anni ha diretto il Wall Street Journal ---------- «Il giornalismo investigativo è a rischio perchè in molte testate viene ormai considerato un lusso».  Contro questo rischio, Paul Steiger, ex direttore del Wall Street Journal per 16 anni, ha appena avviato i motori di ProPublica (vedi Lsdi, Giornalismo d’ inchiesta come servizio pubblico), un laboratorio di giornalismo investigativo sostenuto da una Fondazione che fa capo a Herbert e Marion Sandler, una coppia di miliardari californiani democratici che hanno messo a disposizione dieci milioni di dollari all’anno.

Quella delle Fondazioni è una delle strade individuate in questi anni dal dibattito sul giornalismo

Giornalismo d’ inchiesta come servizio pubblico

5 Febbraio 2008 Tag:,
ProPublica Si avvicina il momento del lancio per Pro Publica, un sito Usa di giornalismo d’ investigazione – Lo dirigerà un ex redattore capo del Wall Street Journal e punterà soprattutto su mondo degli affari e governo – Il progetto è finanziato (10 milioni di dollari) da diverse Fondazioni – La scommessa di altre testate, come MediaPart e Rue89 in Francia, e la fragilità del modello online, ancora incerto fra gratuità e abbonamenti – Aria di transizione ----------

Il 2008 sarà segnato dall’ esplosione di pubblicazioni indipendenti su Internet? I progetti, per lo meno, si accavallano.
L’ ultimo in ordine di tempo – ProPublica (http://www.propublica.org/)  – nasce veramente nel cuore della riflessione sul giornale del futuro e sull’ informazione online e sarà centrato sul giornalismo investigativo. ProPublica  – annuncia Paul Cauchon su ledevoir.com (http://www.ledevoir.com/2008/01/28/173604.html), un giornale canadese - era stato annunciato l’ autunno scorso e dovrebbe partire ufficialmente in inverso, ma ora se ne può sapere qualcosa di più sulla base del sito internet temporaneo. 

Il progetto – rileva Cauchon – non è banale. Lo dirige Paul