Filloux

Portare alla conoscenza può dare una scossa ai new media

12 Ottobre 2014 Tag:, , , ,
Filloux-copUn modo chiave di  differenziare le notizie a valore aggiunto da quelle di contenuto commerciale è di rimodulare il concetto di link. Grazie alla semantica e alleAPI (Application Programming Interfaces), potremmo passare da collegamenti per così dire scioccamente improduttivi, a collegamenti che producono sapere. Questo in sintesi l' indicazione che Frédéric Filloux illstra in un ampio articolo su  Mondaynote, di cui presentiamo qui la traduzione.   (altro…)

Les Echos si lanciano nel web semantico con un ‘’aggrefilter’’

10 Febbraio 2014 Tag:, , , ,
EchosAggregazione e filtraggio. Si basa su queste due funzioni il sistema che LesEchos ha lanciato oggi in beta e che porta il gruppo editoriale francese ad applicare il web semantico al settore dell’ informazione economica. ‘’Ecco come abbiamo fatto. E perché’’, spiega Frédéric Filloux, nella sua Mondaynote.   Un esperimento di grande interesse anche perché mostra la – ormai ineludibile – necessità per l’ editoria di un lavoro congiunto di giornalisti e ingegneri informatici.   (altro…)

La crisi dell’ editoria: senza ‘’sangue nuovo’’ nelle redazioni sarà duro sopravvivere

8 Gennaio 2014 Tag:, ,
Filloux1 Fra le tante previsioni sul futuro prossimo del giornalismo ci sembra interessante riprendere quella delineata da Frédéric Filloux  sul suo  Mondaynote.com. Col suo consueto acume Filloux descrive rischi e opportunità per l’ informazione digitale  - e ne affida il senso alla tabella qui accanto – spiegando che, se vogliono sopravvivere, le testate dovranno per forza trasformarsi in ‘’aziende tecnologiche’’ e adottare una serie di misure essenziali: pubblicità che richieda una migliore profilazione del pubblico; motori intelligenti per conservare lettori; analisi semantica come strumento obbligatorio se si vuole lavorare per un pubblico leale e disposto a pagare; giornalismo dei dati, ecc. In parole povere, nel 2014 le redazioni potranno irrobustirsi se avranno le seguenti caratteristiche : ( a) essere velocissime nell’ iniettare nelle loro fila la quantità di sangue nuovo necessaria e ( b ) investire nella formazione per aggiungere le competenze, soprattutto quelle tecnologiche, richieste dal giornalismo moderno.   (altro…)

Il contenuto digitale come porta di ingresso all’ enorme ricchezza del web e a nuovi
flussi di ricavi

21 Ottobre 2013 Tag:, , ,
dBPediaNel giornalismo digitale l’ articolo non è più chiuso in se stesso. Al contrario,può essere  un punto di ingresso verso la profondità e la ricchezza del web e un contributo significativo a una nuova articolazione del flusso dei ricavi. Una serie di spunti molto interessanti nell’ ultima MondayNote di Frédéric Filloux. Quattro milioni di oggetti descritti dal DBpedia Knowledge Base (parte del progetto Wikipedia), prossimi a diventare 25 milioni: un enorme ‘’tesoro’’.   Le indicazioni di Filloux hanno anche una valenza operativa immediata, tanto che Pier Luca Santoro sul suo Giornalaio invita a ''stampare la matrice'' prodotta da Filloux ead appenderla nelle redazioni come promemoria''.     (altro…)

Personalizzazione
o Serendipity
per l’ informazione online?

1 Ottobre 2013 Tag:, , , , , , , , ,
Serendipity Nella sua Monday note di questa settimana, François Filloux affronta il problema dei rapporti fra la sempre maggiore personalizzazione dell' informazione e la serendipity (la capacità di cogliere e interpretare correttamente un fatto rilevante che si presenti in modo inatteso e casuale nel corso di una ricerca diversamente indirizzata).   (altro…)