diritto all’oblio

Buttare il bambino con l’acqua sporca

31 Maggio 2020 Tag:, , , , , , , , ,
Settimana densa, quella appena trascorsa. Densa di notizie, avvenimenti, fatti e azioni, alcune delle quali discutibili. E proprio perchè discutibili proviamo a discuterne, per non perdere traccia di questioni che potrebbero influenzare e non poco la formazione dell'opinione, quella pubblica, quella che il giornalismo dovrebbe salvaguardare in tutti i modi possibili e immaginabili. Quella cosa per cui da qualche tempo proviamo a spiegare la necessità di sostenere la "funzione giornalistica" e non il giornalismo in modo generico. Tre sono i fatti che ci hanno fatto pensare al titolo che vedete campeggiare in testa a questo pezzo. Il primo, il più importante - a nostro giudizio - è la chiusura con relativo sequestro giudiziario del Progetto Gutenberg. La notizia fa tremare i polsi e lascia senza fiato. Riassunta in estrema sintesi vede il blocco con sequestro del sito del progetto nato, come si legge su wikipedia, non per rubare o rendere lecito l'illecito, ma per fare divulgazione e conseguentemente estendere il più possibile e in ottica digitale il concetto di cultura:    
Il Progetto Gutenberg (Project Gutenberg, noto anche con l'acronimo PG) è un'iniziativa avviata dall'informatico Michael Hart nel 1971[1]

Diritto all’oblio #digit16

19 Ottobre 2016 Tag:, , , , , , , , , ,
diritto-all-oblio Il parere degli studenti di scienze della comunicazione: Si è mai veramente dimenticati in rete? È possibile esercitare il proprio diritto all’oblio? E se si, in che modo?   Oggi viviamo nella società dell’informazione, essere connessi ad internet è diventato un aspetto profondamente radicato nella nostra esperienza quotidiana, in quanto ha cambiato il nostro modo di relazionarci con il mondo e con le informazioni, diventate fruibili in qualsiasi momento della giornata.   Nonostante la rete sia un archivio dinamico in continuo aggiornamento, ogni contenuto immesso dagli utenti in rete, come un post, una foto o un link, non viene mai dimenticato. Questa peculiarità porta, inevitabilmente, al centro del dibattitto pubblico il tema del diritto all’oblio. Con la locuzione "diritto all'oblio", si intende una particolare forma di garanzia che prevede la non diffondibilità, senza particolari motivi, di precedenti pregiudizievoli dell'onore di una persona, in particolare i precedenti giudiziari. In sostanza, si tratta del diritto di un individuo ad essere dimenticato, o meglio, a non essere più ricordato per fatti che in passato furono oggetto di cronaca.

Del cyberbullismo e dell’oblio #digit16

22 Settembre 2016 Tag:, , , , , , ,
cyberbullismo_550Un contributo originale e un contributo condiviso da raccogliere, mixare e pubblicare al volo per provare ad informare su una questione delicata e difficile che ci investe in maniera totale come cittadini, come genitori, ma ancora di più come esseri umani meglio se pensanti. Si prova a raccogliere dentro i rigidi steccati di una legge una materia multidisciplinare che andrebbe compresa in profondità prima di essere normata, a nostro avviso. Ma non è il nostro di parere quello che vogliamo riportare, bensì quello ben più autorevole  di Giovanni Boccia Artieri, sociologo dei media digitali, e di Deborah Bianchi, avvocato ed esperto di rete e diritti applicati al web. (altro…)

Informare online senza essere querelati

15 Gennaio 2015 Tag:, , , , , , , , ,
Nell'ultima edizione di digit si è parlato di come realizzare un sito di informazione dal punto di vista degli strumenti tecnologici da utilizzare e di come farlo senza incorrere in problemi legali. A introdurre il tema c'erano un giornalista scientifico e professore universitario grande esperto di usabilità e architetture della rete Emiliano Ricci e l'avvocato Deborah Bianchi esperta di diritto della rete e fresca autrice del libro << Difendersi da internet >>. Uno dei primi concetti introdotti nel workshop dal Prof. Ricci è stata ad esempio la distinzione fra sito e blog. Un punto non banale per comprendere la rivoluzione in atto nel modo di fare informazione e comunicazione attraverso gli strumenti digitali e la rete. (altro…)