digitale

L’indice della civiltà digitale

27 febbraio 2017 Tag:, , , , , , , , , , ,
Cogliendo al volo una suggestione contenuta in una pezzo pubblicato nei giorni scorsi da Pier Luca Santoro su Datamediahub in cui veniva raccontata in estrema sintesi un'indagine globale condotta da Microsoft sugli abusi online in un'infografica e sulla scorta dei risultati di un'indagine su un tema molto simile cui abbiamo partecipato noi stessi di Lsdi realizzata negli ultimi due anni appena trascorsi dal Cospe in sei diversi stati europei,  vorremmo provare ad approfondire l'analisi del lavoro fatto dalla Microsoft, estraendo e traducendo alcuni stralci dal rapporto conclusivo sulla ricerca e poi provando a confrontarli con i risultati raggiunti al termine ricerca sull'hate speech cui abbiamo preso parte anche noi. La ricerca condotta dall'azienda americana è stata effettuata fra giugno e luglio del 2016 su un campione rappresentativo di adulti (18-74 anni) e adolescenti (13-17 anni) in 14 diversi stati: Australia, Belgio, Brasile, Cile, Cina, Francia, Germania, India, Messico, Russia, Sud Africa, Turchia, Regno Unito e Stati Uniti. Sono stati esaminati i comportamenti delle persone intervistate in relazione a quattro grandi categorie di rischio online: comportamentali, sessuali, reputazionali, personali.    
  • Behavioral – Treated mean, trolling, online harassment, cyberbullying, swatting
  • Reputation –

L’aggettivo che divenne sostantivo

12 dicembre 2016 Tag:, , , , , , , ,
post-truthLa Postverità è un fatto, ma non era un aggettivo? Ora che l'ha usata il presidente del Consiglio, anzi l'ex, (sarebbe stato forse carino dire il "post presidente" ma in italiano significa un'altra cosa)  questa parola si è ancora più impressa nelle menti di tutti noi.  Noi audience alquanto social che molto commenta e notifica e "laika": non inteso come non religioso e nemmeno come cagnetta nello spazio ma come tasto di approvazione ai commenti su  faccialibro. "Le conversazioni sono notizie" recitava il tema di #digit16 e nelle conversazioni il lavoro della ricerca della verità diventa davvero molto più difficile da fare, più difficile di sempre anche per i professionisti dell'informazione. (altro…)

#glocal 16 Che fate venite?

7 novembre 2016 Tag:, , , , , , , , , ,
futuroSi comincia il 17 novembre giovedì di buon mattino per provare ad adeguare la professione giornalistica al presente fornendo utili consigli e buone pratiche per lo svolgimento della vita professionale di chi informa le persone per professione. A fornire questi fondamentali consigli saranno rappresentanti dell'Ordine e del sindacato dei giornalisti affiancati dal presidente dei cronisti italiani e coordinati e stimolati dal vice direttore di VareseNews Michele Mancino. Da quel momento in poi se sarete a Varese in quei giorni 17-18-19 e 20 novembre,  non avrete, letteralmente, un attimo di pausa e sarete  "simpaticamente" costretti a partecipare agli oltre 50 diversi eventi di Glocalnews:  il festival dedicato al giornalismo iperlocale ideato e realizzato dai giornalisti di VareseNews.   (altro…)

I migliori siete Voi #digit16

25 ottobre 2016 Tag:, , , , , , , ,
img_9947Siamo molto soddisfatti. Abbiamo provato a rinnovare il contenitore con nuovi formati - i tavoli di lavoro - al posto degli oramai inutili panel generalisti, ed ha funzionato. Così come ha continuato a funzionare assai bene il lavoro del social team impegnato a raccontare la nostra manifestazione sui social introdotto lo scorso anno con la sottoscrizione di una convenzione con l'Università di Perugia ed estesa quest'anno ad altri due atenei: Firenze e Urbino. Ancora una volta a #digit16 abbiamo avuto buone sensazioni e costruito relazioni. La compagine ha retto bene all'inevitabile ulteriore crescita della manifestazione, il rapporto impagabile con Camera di Commercio di Prato e Comune di Prato ci garantisce, sebbene tutti noi si arrivi da luoghi diversi, un buon feeling con il territorio. La continuità con le istituzioni giornalistiche che da sempre in piccola o larga parte hanno garantito alla manifestazione di sopravvivere, rimane un punto fermo insostituibile per proseguire al meglio questo cammino in salita ma costellato di piccole/grandi soddisfazioni. L'arrivo di partnership prestigiose e nuove sponsorship, ci riferiamo all'Accademia della Crusca, Eni, e

Dalla catena di produzione all’economia della condivisione #digit16

20 ottobre 2016 Tag:, , , , , , , , , , ,
rivoluzione-digitaleLa cosiddetta “rivoluzione digitale” sta cambiando il campo giornalistico e conseguentemente costringe a continui processi di riadattamento le organizzazioni redazionali. Probabilmente si sta andando verso il superamento nel giornalismo del modello organizzativo industriale, caratterizzato - per quanto riguarda i processi produttivi - da una logica sequenziale: dalla raccolta alla presentazione delle notizie, realizzate da aziende tese a conseguire profitti attraverso un doppio canale di finanziamento - il pubblico e gli utenti pubblicitari; mentre – per quanto concerne i modelli di fruizione – ci troviamo davanti a una progressiva de-ritualizzazione, ben simboleggiata - negli anni passati - dalla mattutina lettura del giornale (la hegeliana preghiera laica), oppure dalla conviviale visione del Tg a cena; mentre, ormai, tutti siamo raggiunti dappertutto e in ogni momento da informazioni. (altro…)