Data-base

Il contenuto digitale come porta di ingresso all’ enorme ricchezza del web e a nuovi
flussi di ricavi

21 Ottobre 2013 Tag:, , ,
dBPediaNel giornalismo digitale l’ articolo non è più chiuso in se stesso. Al contrario,può essere  un punto di ingresso verso la profondità e la ricchezza del web e un contributo significativo a una nuova articolazione del flusso dei ricavi. Una serie di spunti molto interessanti nell’ ultima MondayNote di Frédéric Filloux. Quattro milioni di oggetti descritti dal DBpedia Knowledge Base (parte del progetto Wikipedia), prossimi a diventare 25 milioni: un enorme ‘’tesoro’’.   Le indicazioni di Filloux hanno anche una valenza operativa immediata, tanto che Pier Luca Santoro sul suo Giornalaio invita a ''stampare la matrice'' prodotta da Filloux ead appenderla nelle redazioni come promemoria''.     (altro…)

La miniera d’ oro dei dati su internet

1 Novembre 2008 Tag:, ,
La mappa degli endorsement da parte dei giornali Usa

Qui in alto la mappa degli endorsement (le dichiarazioni di sostegno) a favore dei due candidati alla presidenza Usa da parte dei giornali Usa.

La mappa è stata realizzata da Philip (Flip) Kromer (flip@infochimps.org), usando i dati forniti da Editor & Publisher, ed è una dei tanti possibili risultati dei vari sistemi di descrizione dei fatti attraverso la grafica.

L’ esempio è stato tratta da Flowingdata.com, un sito web dedicato in particolare alla visualizzazione dei dati attraverso grafici.

Si tratta di uno strumento che viene normalmente utilizzato nei giornali su carta ma che, con la vastissima scelta di data-base che è possibile raggiungere sulla Rete, offre delle possibilità di resa giornalistica insospettate.

Qui sotto un altro esempio tratto da Flowingdata: una mappa della situazione economica dei vari paesi europei tracciata come se si trattasse delle condizioni meteorologiche.

La mappa del

La stampa trascura le potenzialità giornalistiche dei data-base

29 Luglio 2008 Tag:
out-27.jpg Un concorso per valorizzare miliardi di dati del governo UK è stato finora disertato dagli organi di stampa – Eppure i lettori amano le statistiche e i data-base come aveva scoperto il Gruppo Gannett (Usa) nel 2006 ----------

Il governo britannico ha l’ intenzione di rendere publiche tonnellate di dati accumulati negli anni scorsi nei campi della giustizia, dell’ educazione e della salute, e ha lanciato un concorso destinando 20.000 sterline a chi immaginerà qualche sistema innovativo per valorizzare questo immenso materiale incrociando i dati a disposizione. Ma nessun organo di stampa per ora ha presentato un progetto. 

La gara – intitolata  « Show us a better way  » - si concluderà a settembre quando i dati verranno consegnati al vincitore.
L’ ambizione per il momento è piuttosto modesta – nota Nicolas Kayser-Bril sul suo blog, Windowonthemedia – visto che i candidati devono semplicemente rispondere a due domande: Describe your idea. How does it work and who does it help? e What information or services do you need?