Condé Nast

Redazioni come nuove scuole di giornalismo: Politico e Condé Nast allevano nuove leve

25 Giugno 2014 Tag:, , , ,
politicoPolitico e Condé Nast si mettono in affari nel ramo della formazione al giornalismo. L'ecosistema dell’informazione sobbolle: un mondo immotoper lungo tempo, uguale e sé stesso per decenni, ora, all’improvviso, è luogo di grande trasformazione, non sempre indolore o tranquilla. Media tradizionali, testate cartacee e TV, in sofferenza  sin quasi fino all’ estinzione (quotidiani su carta) e nuovi media (il giornalismo elettronico) in lenta e al contempo tumultuosa, nel suo prender forma, ascesa. Questo processo di trasformazione, teso alla sopravvivenza sotto altre forme, tocca anche la formazione dei nuovi talenti, come osserva Edirin Oputu sulla Columbia Journalism Review .   (altro…)

Pubblicità. Da Condé Nast e Manzoni nasce MultiMag, format italiano di native adv

28 Gennaio 2014 Tag:, , ,
native-adE così anche l’ Italia ha la sua prima esperienza di native advertising, il nuovo format pubblicitario al centro di grande interesse ma anche di tante polemiche in varie parti del mondo (vedi qui, qui e qui). Si chiama Multimag e si basa su una partnership tra la Manzoni, la concessionaria di pubblicità, e la Condé Nast, che per la prima volta lavoreranno assieme per offrire agli investitori – spiega una nota - la possibilità di raggiungere contemporaneamente gli utenti dei siti gestiti dalla Manzoni (tra cui quelli che fanno capo al Gruppo Editoriale L’Espresso) e di quelli editi da Condé Nast.   (altro…)

Le copertine fanno vendere… e si vendono (soprattutto quelle del New Yorker)

24 Agosto 2013 Tag:, , , ,
EPSON scanner image Le copertine dei magazine fanno vendere. L’ edizione del mese scorso di Rolling Stone, con la foto del sospetto autore dell’ attentato di Boston, ha venduto oltre 13.000 copie, più del doppio delle copie vendute l’ anno scorso nello stesso periodo.   Ma – racconta Josh Sternberg su Digiday.com – alcune copertine diventano anche degli oggetti d’ arte, tanto che Condé Nast, il gruppo a cui fanno capo riviste come Vanity Fair, Vogue, Golf Digest e The New Yorker, dopo aver registrato un aumento nelle richieste di concessioni dei diritti di copertine d’ archivio, ha deciso di avviare una vera e propria attività di vendita attraverso CondeNastStore.com.   (altro…)