Columbia Journalism Review

Longform journalism: una bolla destinata ad esplodere?

14 Dicembre 2014 Tag:,
Longform1In tre anni il mercato giornalistico Usa ha visto nascere decine di testate dedicate al giornalismo narrativo. L’ ultima è una iniziativa dell’ ex direttrice del New York Times, Jill Abramson, e di Steven Brill, che promettono compensi fino a 100.000 dollari ad articolo. Ma alcune di queste testate stanno per chiudere e altre stentano a sopravvivere.   Un’ ampia ricostruzione sulla Columbia Journalism Review analizza l’ andamento del fenomeno, osservando come molte esperienze nascano più dal desiderio dei giornalisti di un loro spazio narrativo ampio che da una effettiva domanda dei lettori, mentre un modello economico che assicuri un buon rendimento non è stato ancora individuato.   (altro…)

Cybersecurity: CJR, ‘’attenzione a come trattare i dati forniti dai governi’’

6 Luglio 2014 Tag:, ,
Cyber0I giornalisti che si occupano di sicurezza, politica e amministrazione pubblica dovrebbero riflettere attentamente prima di pubblicare dati sulla cosiddetta ‘’cybersecurity’’ forniti dal governo: molti di quegli elementi sono gonfiati o si riferiscono ad attività che con  la vera sicurezza hanno poco a che fare.   L’ invito viene dalla Columbia Journalism Review in un articolo dal titolo ‘’Journalists need to know all the things ‘cyber’ can mean for smart coverage’’.   (altro…)

Dall’aggregazione etica al lettore etico

27 Maggio 2014 Tag:,

cjrNell'oceano di news e storie che i media digitali ci propongono ogni minuto non c' è via di scampo se non scremare il meglio. Senza però cadere nella trappola degli algoritmi social e delle news pseudo-personalizate. Meglio: oggi che siamo un po' tutti aggregatori di news, come farlo in maniera etica? O comunque in modo che ne rispetti il contesto giornalistico e arricchisca la conversazione pubblica? Se lo chiede Ann Friedman sul sito della Columbia Journalism Review, offrendo anche utili suggerimenti.

 

(altro…)

Giornalismo online, verso la ‘pace’ nella guerra culturale fra velocità e credibilità?

15 Marzo 2014 Tag:, , , , , ,

Cjr-copPer quasi due decenni il giornalismo è stato spaccato da una ‘guerra culturale’ ma oggi vanno emergendo nuovi scenari: con l’integrazione continua tra vecchio e nuovo, avremo forse un ibrido delle due scuole fondamentali del giornalismo? Nella perenne battaglia per conquistare pubblico e pubblicità, il concetto tradizionale di credibilità si rivela essenziale tanto quanto la velocità. E nonostante la retorica utopica del Web come meccanismo in grado di auto-correggersi, fare le cose bene fin dall’inizio si afferma come valore portante per tutti.

Sulla Columbia Journalism Review, Marc Fisher propone un interessante viaggio fra alcune testate online Usa, mettendo a confronto pratiche e opinioni di qualificati redattori della ‘vecchia scuola’ con quelle dei new media.     (altro…)

Riflessioni e aggiornamenti sul “futuro delle news”

3 Marzo 2014 Tag:, ,

Futuro-news A che punto siamo con gli esperimenti sull’informazione nel contesto digitale? Quali le risposte di successo alla crisi della carta stampata (non del giornalismo) e quali business model vanno privilegiati sul web? In pratica, si tratta dell' annosa questione del "futuro delle news" nell' ambito sempre più fluido di Internet e dei social media.

Temi comunque bollenti, su cui torna Dean Starkman in un articolato intervento sul sito della Columbia Journalism Review, rivedendo le supposizioni di due anni or sono e alla luce dei risultati delle iniziative ad hoc di svariate testate statunitensi.   A superamento della contrapposizione che vedeva le nuove leve del giornalismo puntare tutto sulla tecnologia e su un approccio informale, decentrato e gratuito, e la “vecchia guardia” che insisteva su professionalità e forme di accesso a pagamento.