Censura

La satira non è ufficiale (sarà forse gentiluomo?)

22 ottobre 2018 Tag:, , ,
" Sono l'autore della pagina. Questo è un post serio, poi torneremo a cazzeggiare come prima 😉.   Ho creato questa pagina un mese fa per mettere in evidenza in chiave satirica le caratteristiche di questo governo.   Ho dichiarato sin da subito che la pagina non fosse del vero Di Maio, e l'ho fatto in tre diversi modi: 1) la J nel cognome 2) l'indirizzo della pagina (https://m.facebook.com/dimaioparodypage/) 3) la descrizione della pagina, cliccando su informazioni pagina (parody account ufficiale, aperto dal lunedì al sabato, chiuso la domenica).   Nonostante questi avvisi, il 90% delle persone non si è resa conto che la pagina non appartenesse al vero Luigi Di Maio, e questo nonostante l'assurdità e la surrealità dei post (Gratta e Vinci nelle scuole, tagli alle pensioni d'oro da 700 €, la love-story con Virginia (anzi, Verginia 😀) Raggi, etc. etc. In un mese ho ricevuto migliaia di messaggi di complimenti ma anche tantissime segnalazioni (oltre 10mila) di persone che ritenevano fosse opportuno far chiudere la pagina, poiché sbeffeggiava il Movimento 5 Stelle. In realtà l'intento non è mai stato quello di sbeffeggiare il Movimento 5 Stelle, ma solo di mettere in evidenza alcune loro caratteristiche e alcune loro debolezze, che

Salviamo internet

25 giugno 2018 Tag:, , , , , , , , , , , ,
Buongiorno, o buon pomeriggio o ancora buonasera, a seconda di quando vi accingerete a leggere queste mie righe. Mi chiamo Marco Renzi, sono un giornalista, da alcuni anni scrivo su questo blog e da poco meno di tre anni sono anche presidente dell'Associazione Libertà di Stampa Diritto all'Informazione (Lsdi) che di questo blog è editore da quasi quindici anni e da sette realizza il festival sul giornalismo digitale "digit". Perdonate l'uscita a gamba tesa e la presa di posizione personale ma la materia del contendere è così spinosa e volgare - intesa proprio come lurida -  dal costringermi a sperare di essere querelato e forse  processato e poi ancora imprigionato, insomma in poche parole spero di essere martirizzato, di servire da esempio per impedire lo scempio che quattro o quaranta o quattrocento politici di vari paesi europei stanno per compiere contro la   "libertà di stampa" o meglio ancora contro la  "libertà" di tutti noi affossando "la rete" con un solo pesante manrovescio legislativo ben assestato.     Questo il testo integrale  dell' Articolo 13 - della  nuova legge europea sul diritto d'autore nel mercato unico digitale - quello più assurdo e riprovevole,

Houston abbiamo un problema

18 febbraio 2018 Tag:, , , , , , ,
Nella prima edizione di digit, eravamo nel lontano 2012, a Firenze, presso l'auditorium di Santa Apollonia e per gentile concessione dell'Università anche nella prospiciente sala della facoltà di Magistero, ospitammo, proprio in quella sala concessaci dall'ateneo, un workshop sulle cosiddette "querele temerarie" e sui perversi meccanismi "legali nonchè legittimi" che ancora oggi permettono ai più o meno potenti di turno di spaventare i giornalisti prima che esca una qualsiasi notizia, prima ancora che esca la notizia della notizia, insomma in poche parole meccanismi che imbavaglino quasi completamente la libertà di stampa senza bisogno di condannare all'ergastolo i giornalisti o di essere dittatori di uno Stato, ottenendo un effetto molto simile. Da noi funziona così, tutti zitti e palla avanti, nessuno si fa male per davvero e le notizie si finge che circolino ugualmente, ma quella che circola è purtroppo perlopiù fuffa. Ci sono eccezioni a questa amorfa amalgama naturalmente. (altro…)

Radio bullets

16 gennaio 2016 Tag:, , , , , , , ,
radio bullets Radio Bullets è una webradio che trasmette rassegne di notizie raccolte attraverso le testate internazionali e le ripropone in un notiziario in podcast quotidiano e in una serie di altre rubriche. La redazione  è costituita in maggioranza da  giornalisti freelance con base  nel nostro paese, alcuni di loro si trovano in altre città del resto del mondo, ma nel gruppo di lavoro ci sono anche professionisti di altri settori che danno il loro contributo. L’obiettivo è raccontare il mondo. Anche dall’Italia.  Nel core business di Radio Bullets c'è il << succo >> di  uno dei cambiamenti più problematici del giornalismo attuale. Il giornalismo sul campo, quello  degli inviati, quello dalle zone più disagiate del pianeta, non è più il centro dell'attività d'informazione ma  è diventato, ad ogni livello, un giornalismo povero, un giornalismo non supportato anche le grandi testate, che spessissimo rinunciano  all' inviato e si appoggiano alla rete. (altro…)

Messico: abrogatata dopo tre settimane una legge che censurava i cronisti di ‘’nera’’

26 agosto 2014 Tag:, , ,
sinaloa(Afp) - Il Parlamento del Sinaloa, uno stato nel nord-est del Messico in preda alla violenza dei narcotrafficanti, ha abrogato nei giorni scorsi all’ unanimità una legge che esso stesso aveva adottato a fine luglio e che limitava la copertura giornalistica delle vicende criminali nella regione.   I 37 deputati presenti hanno abrogato il testo che vietava ai giornalisti di riprendere sonoro, immagini video o fotografie sulle scene del crimine e li costringeva ad affidarsi quasi esclusivamente ai materiali diffusi dalle autorità locali.   (altro…)