algoritmi

Scimmie e giornalismo

12 febbraio 2018 Tag:, , , , , , , ,
Dunque le scimmie sostituiranno i giornalisti? L'intelligenza artificiale che già 7 anni fa era in grado di stilare brevi articoli di giornale negli Usa, in particolare le tabelline dei resoconti delle partite di baseball come spiegavano molto bene nel loro libro "la scimma che vinse il Pulitzer" Nicola Bruno e Raffaele Mastrolonardo nel 2011, si sostituirà del tutto ai cronisti?     La risposta è sì, ma anche no! Entrambe le risposte sono valide come ci ha spiegato proprio uno dei due autori del libro in questione: Nicola Bruno, nel corso del suo intervento a #digitRoma lo scorso 2 febbraio. In realtà nell'edizione pratese di digit quella che si è svolta presso il Polo Universitario di Prato il 28 ottobre dello scorso anno, avevamo già avuto conferma delle nostre perplessità in tal senso. Il professor Mario Rasetti, fisico e grande esperto di ingelligenza - naturale e artificiale -  fra le altre cose, ci aveva spiegato che già oggi oltre il 60 per cento delle informazioni che circolano online hanno origine diretta dalle intelligenze artificiali. Più delle metà dei contenuti arrivano direttamente dalle macchine. E dunque il mestiere del giornalista è destinato a

Passione e saperi per la libertà

4 febbraio 2018 Tag:, , , , , ,
Riceviamo e pubblichiamo con  piacere questo contributo di Michele Mezza in cui viene riassunto in modo chiaro il significato dell'ultimo appuntamento pubblico da noi organizzato e realizzato lo scorso 2 febbraio a Roma presso la sala Walter Tobagi della Federazione Nazionale della Stampa Italiana denominato #digitRoma. Una giornata di cui siamo fieri e per la quale vorremmo ringraziarVi.     Ringraziare Voi per primi, i nostri lettori, che siete da sempre i nostri primi sostenitori ed estimatori e di cui noi andiamo molto fieri. Un ringraziamento a tutti i relatori, e a tutti coloro che hanno partecipato alla giornata e ai quali ci auguriamo sia piaciuta. E infine un ringraziamento a chi ha reso possibile questa giornata: l'Ordine dei giornalisti del Lazio e la Fnsi.  Le parole di Michele Mezza che di #digitRoma è stato uno dei relatori sono estremamente significative e mettono insieme con grande chiarezza e precisione spunti diversi e diversi operati da parte di persone, di enti e istituzioni che stanno dentro al nostro mondo, quello del giornalismo, od operano in settori limitrofi e contigui a quello dell'informazione. Persone, enti e istituzioni che se riuscissero sempre di più

#digitRoma Il programma

27 gennaio 2018 Tag:, , , , , , , , , ,

I relatori di #digits17 – Deborah Bianchi

17 ottobre 2017 Tag:, , , , , , , , ,
Prosegue la discesa a tappe verso #digits17, anzi meglio, verso il primo appuntamento con la nostra manifestazione che come oramai avrete saputo, se ci seguite un pochino, quest'anno si sdoppia e prosegue dopo la Toscana, anzi meglio, dopo il  " PIN di Prato 28 ottobre "  verso altri lidi nel resto dell'Italia, preparandosi a diventare un modello esportabile, perchè no?     Pronto finalmente il programma definitivo, anche impaginato e graficamente rifinito grazie al lavoro di Francesco Vieri, artista fotografo pratese già passato per digit, che si è prestato -  bontà sua -  a darci una mano per realizzare il manifesto della tappa pratese della nostra manifestazione, eccolo a Voi diviso in due: (altro…)

Il punto sul giornalismo

28 agosto 2017 Tag:, , , , , , , ,
Marco Dal Pozzo autore di “1news2cents la qualità costa! un modello sociale per l’editoria (online)” appassionato di giornalismo e informazione, nostro associato in Lsdi e sodale in #digit, oggi recensisce il libro del giornalista televisivo Paolo Pagliaro che si intitola "Il Punto". Buona lettura! Eli Pariser, alla fine del saggio che ha fatto luce – forse per la prima volta a livello “mainstream” - sul funzionamento delle piattaforme sociali online, dava qualche indicazione su come difendersi dagli “attacchi dell’algoritmo”: ai singoli individui Pariser raccomandava di modificare la propria dieta online (per esempio: cancellare i cookie, acquisire conoscenze in materia informatica – secondo un mantra che, nello stesso anno di pubblicazione di “The Filter Bubble” , il 2012, formulava Douglas Rushkoff nel suo “Programma o sarai programmato”; alle aziende di dare trasparenza; ai Governi di formulare delle norme. Il saggio guardava alle piattaforme di condivisione (Facebook), ricerca (Google) e acquisto (Amazon), ma affrontava anche il problema dell’informazione: partendo da un famoso “statement” di Zuckerberg (“Uno scoiattolo che muore davanti casa vostra può essere più interessante per voi delle persone che muoiono in Africa”), faceva emergere il