Il #meetoo in redazione: l’85% delle giornaliste che lavorano come dipendenti dei media dichiara di aver subito molestie

7 Aprile 2019 Tag:, , ,
L'85% di giornaliste che lavorano come dipendenti dei media in quotidiani, tv e agenzie di stampa, esclusi i periodici, dichiara di aver subito molestie. Questo è il dato che emerge dall'indagine, effettuata con questionari anonimi, promossa dalla Federazione Nazionale della Stampa Italiana e condotta da Kairos Ricerche. La ricerca è stata svolta  inviando 2775 questionari, le risposte sono state 1132, il 42% del totale a partire da un gruppo di lavoro costituito dalla Commissione Pari Opportunità della Fnsi in collaborazione con Casagit, Inpgi, Usigrai, Ordine dei giornalisti e Agcom e con la consulenza della statistica Linda Laura Sabbadini. (altro…)

Le inchieste di Guardian e New York Times su Cambridge Analytica: la violazione di dati personali di 50 milioni di utenti usando Facebook, che cosa è successo

19 Marzo 2018 Tag:, , , ,

Crozza e i giornalisti: l’informazione in Italia diventa oggetto di satira

8 Marzo 2017 Tag:, , , , , , ,

Ha senso fare informazione in lingua italiana mentre l’Italia dorme ?

29 Agosto 2016 Tag:, , ,
carlotta-macerolloQualche piccola considerazione sugli obiettivi del fare informazione in lingua italiana mentre gli italiani dormono dopo quanto è successo nelle prime ore dopo il terremoto che ha sconvolto il centro Italia lo scorso 24 agosto. Tutto parte  alle 03:36:32 UTC quando la prima scossa di magnitudo 6 ; la prima di molte altre che seguiranno, sveglia bruscamente tutto il centro Italia, distruggendo e uccidendo.   Una buona parte del centro Italia in preda alla paura se non al panico cerca di capire che sta succedendo e dove. Ci sono i giovani e gli iper smart che iniziano a smanettare sui social come Twitter e Facebook per trovare da subito informazioni da altri come loro che hanno sentito la scossa e sono online, dopo poco i dati di INGV, qualche prima fotografia di crolli. Poi ci sono i meno smart che cercano sui siti dei giornali in rete  o sui canali all news e trovano davvero poco. (altro…)

Formazione professionale utile, di qualità e gratuita per tutti, con elearning massivo

26 Giugno 2014 Tag:,
moocLa formazione professionale continua dei giornalisti italiani sta creando non poche discussioni per la qualità organizzativa e contenutistica dei corsi che stanno nascendo in maniera esponenziale senza un preciso disegno didattico. Il problema più grave per molti è che una parte dei corsi sono dispendiosi e poco frequentabili da professionisti molto impegnati. Nel 2004, quando il digitale, è oramai in tutta la nostra vita, per fare della formazione utile di qualità e e gratuita per tutti i giornalisti basterebbe puntare sull'innovazione con un elearning massivo che segua il modello dei Mooc (Massive open online course) con corsi a distanza . (altro…)