Concorso per addetto stampa – Sanità – Regione Liguria

12 Novembre 2018 Tag:,
Pubblica selezione per titoli e colloquio per la copertura a tempo determinato di n. 1 posto di Collaboratore Tecnico Professionale- Addetto Stampa (Cat. D) – da assegnare alla S.C. Qualità, Comunicazione e Formazione - Ufficio Stampa .  

DESCRIZIONE DELLA POSIZIONE DI LAVORO E DELLA FIGURA RICERCATA DALL'ENTE La figura ricercata dall'Ente dovrà possedere competenze specifiche negli ambiti infraspecificati: Gestione dei rapporti con gli organi di informazione, quali agenzie di stampa, quotidiani, periodici, testate giornalistiche on-line, televisioni, web tv, radio, new media. In particolare le attività in capo alla funzione oggetto del bando saranno finalizzate di assicurare una strategia di comunicazione esterna e nel contempo promuovere l'immagine dell’azienda con le seguenti modalità: • Cura i collegamenti con gli organi di informazione (agenzie di stampa, quotidiani, periodici, testate giornalistiche on-line, televisioni, web tv, radio, new media) assicurando il massimo grado di trasparenza, chiarezza e tempestività delle informazioni per la diffusione di notizie; • Promuove l’attività clinica, assistenziale e di ricerca svolta dall’Ospedale; • Risponde alle richieste di notizie o approfondimenti per servizi giornalistici su argomenti sanitari e per attività relative all’Ente; • Si occupa di sviluppare iniziative editoriali, anche digitali, finalizzate alla promozione della Salute garantendo, attraverso i media, alla cittadinanza informazioni sui servizi erogati e sull’attività della struttura.

  Link: qui Entro il: 22 Novembre 2018 Info: Tel.

Seminario per giornalisti di Capodarco – Tema “solitudini”

11 Novembre 2018 Tag:, , , , ,
Dal 30 novembre al 2 dicembre, nella consueta sede della Comunità di Capodarco, nelle Marche si svolgerà la XXIV edizione del seminario di formazione per giornalisti di Capodarco, organizzato da Redattore sociale, dedicato al tema delle “solitudini”.   Dal sito http://www.comunitadicapodarco.it/: “C’è nella solitudine una dimensione intima, vissuta e ricercata, che rigenera e crea nuove capacità di stare insieme. L’isolamento di chi non fugge dalla realtà, ma comunica senza parole e lascia impronte senza far rumore. Ma nella sua dimensione “collettiva” la solitudine esclude e produce trasformazioni sociali, economiche e politiche molto profonde: esilia gli adolescenti, imprigiona gli anziani, chiude le porte all’altro, svuota gli spazi di aggregazione tradizionali e sembra alimentare una società rancorosa, insoddisfatta e urlante. La sfida di questo tempo appare, dunque, quella di creare le basi di un “nuovo stare insieme”. Per capire con quali strumenti e in che direzione il seminario di formazione per giornalisti di Capodarco, organizzato da Redattore sociale, dedica la XXIV edizione al tema delle “Solitudini”. Un viaggio tra mondi solo apparentemente lontani, voci, storie, dati e analisi per capire la dimensione del fenomeno, le trasformazioni in atto e come il mondo dell’informazione sa raccontarne i processi. L’appuntamento per i giornalisti (ma aperto a tutti)

Convegno “Linguaggio, parità di Genere e parole d’odio”

16 Ottobre 2018 Tag:, , , , , ,

Il convegno LIGHTS, LInguaggio, parità di Genere e parole d’odio / Language gender and HaTe Speech, si propone di riunire esperte ed esperti di livello internazionale nelle discipline linguistiche, psicologiche, pedagogiche, sociologiche, giuridiche, politiche, e computazionali sul tema della comunicazione inclusiva e paritaria e della violenza verbale con particolare riguardo alla categoria del genere.

 

Data la relativa novità in Italia della riflessione accademica sulla relazione tra lingua, rappresentazione e percezione del genere e violenza verbale, la chiamata di interesse è della massima ampiezza per le tematiche proposte, le lingue interessate, le metodologie utilizzate, gli approcci disciplinari di afferenza, con particolare interesse per le proposte che presenteranno aspetti di comparazione tra lingue, media, ambiti sociali, realtà identitarie, interdisciplinarità e metodologie miste, transezionalità e interculturalità.

 

Il convegno si propone altresì di stabilire un primo contatto per creare una rete multidisciplinare tra chi studia la comunicazione e chi opera nella comunicazione per mettere in campo progetti futuri a forte impatto socioculturale. Il convegno si propone inoltre di offrire una possibilità di incontro e approfondimento a quanti nel territorio italiano vogliano approfondire il tema venendo a diretto contatto con studiose e studiosi di livello nazionale e internazionale, creando un ponte

Premio giornalistico Sabrina Sganga: “Share Tale. Raccontare le pratiche di condivisione”.

2 Settembre 2018 Tag:,
Il tema della VI° edizione del Premio giornalistico Sabrina Sganga – Questione di Stili 2018 è “Share Tale. Raccontare le pratiche di condivisione”. Come l’economia, la politica, l’educazione, l’ambiente e in generale la nostra vita quotidiana può essere  trasformata da pratiche condivise.   Il Premio è riservato a giornalisti (professionisti, pubblicisti, praticanti e allievi delle scuole di giornalismo) e ad attivisti e operatori del campo della comunicazione, nei settori della carta stampata, radio, televisione, cinema documentario e nuovi media.   Il premio intende valorizzare e promuovere un’indagine giornalistica, un reportage, che svolga il tema dell’anno con particolare attenzione all’accesso delle conoscenze, alla democrazia diffusa e alla partecipazione dal basso; nonché alla sostenibilità ambientale, alla finanza etica e critica, a stili di vita che sperimentano alternative al consumismo e all’individualismo.   La prima sezione intende selezionare e premiare, con un contributo massimo di 5000,00 (cinquemila) Euro, indagini e servizi da realizzare in relazione al Tema dell’anno. L’indagine o il servizio deve essere realizzato secondo un cronoprogramma e deve essere finalizzato all’informazione gratuita, tramite carta stampata, filmati, servizi radiofonici, nuovi media. La seconda sezione, ci verrà riservato u un premio di 1000,00 (mille) Euro, riguarda un lavoro pubblicato nel 2017 sul tema dell’anno indicato dal bando. Verranno valutati tutti

Premio “Bepi Zanfron” prima edizione: comunicare il dissesto idrogeologico con le immagini

2 Settembre 2018 Tag:,
Un premio giornalistico, intitolato alla memoria di Giuseppe “Bepi” Zanfron, dedicato a chi si è distinto nella comunicazione di fatti di cronaca legati al dissesto idrogeologico o eventi climatici, raccontandoli tramite le immagini.   La selezione è riservata a tutti i foto-cine operatori autori di servizi pubblicati, andati in onda o messi online tra il 1 gennaio e il 31 dicembre 2017 su testate regolarmente registrate e aventi come oggetto proprio eventi legati al dissesto idrogeologico o a eccezionali situazioni climatiche.   Due le sezioni previste: carta stampata e web, e televisione.   I lavori potranno essere inviati entro il 15 settembre 2018, insieme a un breve curriculum professionale, all’indirizzo: premiozanfron@sindacatogiornalistiveneto.it   L’iniziativa è promossa da Associazione Bellunese della Stampa e Sindacato giornalisti Veneto con il patrocinio della Provincia di Belluno, del Comune di Longarone, dell’Associazione Bellunesi nel Mondo e della Fondazione Vajont.     INFO:  premiozanfron@sindacatogiornalistiveneto.it   SCADE: 15 settembre 2018