Le interazioni con i contenuti su Facebook cresciute del 23% in quatto mesi

| 18 luglio 2014 | Tag:, ,

Newswhip presenta una infografica che mostra l’ ascesa del numero di condivisioni su Facebook nel 2014, insieme a una lunga serie di racconti, siti, categorie popolari, e consigli su vari argomenti. La riproponiamo in originale su Lsdi.

 

Ogni giorno, usando Facebook – spiega il sito – , prendiamo nota delle numerosissime condivisioni,  dei “mi piace” e dei commenti in calce a più di 250.000  post condivisi dagli utenti.

 

Assistiamo ad un’ affascinante crescita nella attitudine a condividere, su Facebook, negli ultimi mesi: ed è qualcosa che noi reputiamo di eccezionale importanza per tanti e tanti editori online.

 

Per illustrare più chiaramente il cambiamento- aggiunge il sito – abbiamo realizzato una info-grafica, riprendendo i più famosi quotidiani in lingua inglese, le storie maggiormente condivise…il tutto confezionato ed arricchito con ogni sorta di fatti e  statistiche.

 

Eccone alcuni:

 

–       Le interazioni con i contenuti su Facebook  sono cresciute del 23%  tra gennaio ed aprile di quest’ anno.

–       Abbiamo individuato 1,74 miliardi di correlazioni con contenuti  giornalistici  in inglese  nel primo trimestre del 2014.

–       80 editori  di lingua inglese  hanno avuto più di 80 miliardi di interazioni FB relative ai loro contenuti nel periodo tra il maggio e l’agosto del 2013.

–       Se si tratta di musica ci sono più probabilità  di ottenere un maggior numero di interazioni  per ogni storia che per qualsiasi altro argomento ( sulla base dei dati di aprile).

–       Il Mail online è stato il più grosso “quotidiano” su  Facebook nei primi tre mesi del 2014.

 

Nell’ infografica vi è molto altro, incluse le più grandi storie condivise da diversi editori, i maggiori editori suddivisi per categoria ed i nostri sei migliori consigli per rendere Facebook una ottima piattaforma per la distribuzione di contenuti.

 

–       Sentitevi liberi di condividere l’ infografica: noi -spiega il sito – ne posteremo altri frammenti su Twitter. E conclude:

–       Se voleste controllare come abbiamo registrato tutti questi contenuti, fatelo sbirciando Spike today.

 

Infografica

 

L’ infografica completa è qui .

I commenti sono chiusi.