Zeit online e Orf vincono l’ hackdays di Editors Lab Austria

| 26 marzo 2013 | Tag:, , , ,

Austria1 Con due applicazioni sul tema dell’ immigrazione internazionale, i team di Zeit Online e ORF  hanno vinto l’ hacksday di Editors Lab Austria, che si è tenuto nei giorni scorsi nella redazione di Russmedia, a  Schwarzach (Austria) per iniziativa del Global Editors Network e la sponsorizzazione di Google e Knight Foundation.

Al laboratorio hanno partecipato gruppi di lavoro di dieci importanti testate di lingua tedesca di Austria, Germania e Svizzera, impegnati a realizzare applicazioni per la visualizzazione e l’ analisi dei flussi migratori.

 

Oltre a un premio di 5.000 euro, Zeit Online e ORF hanno vinto la possibilità di gareggiare con gli altri otto vincitori delle competizioni regionali alla finale delGEN News Hackathon che si terrà a Parigi in occasione del GEN (Global Editors Network)  News Summit dal 19 al 21 giugno prossimi, e di cui Lsdi è quest’ anno uno dei mediapartner.

 

Austria2

Il progetto di ZEIT ONLINE, denominato  “Flowers of Integration” (vedi grafico qui sopra), utilizza i dati di Facebook per analizzare il modo con cui gli immigrati si integrano nei loro nuovi paesi, tenendo contro delle città di nascita, di quelle di residenza e dei gruppi di amici. La lunghezza dei fiori misura la media di integrazione dei migranti in un dato paese.

 

L’ applicazione di ORF (sotto) è basata soprattutto sulla capacità di integrare dei dati giornalistici all’ interno del braodcasting. Il progetto – ‘’Migrations-Daten-Radar” – mostra delle informazioni statistiche sulla crescita dell’ immigrazione in Austria attraverso la consistenza dei gruppi di spettatori immigrati nelle varie regioni del paese. Il progetto è stato adattato sia per la tv che per il web e fornisce un’ alta qualità di dati a livello iperlocale.

 

Austria3

 

Le altre testate in gara in Austria erano: Austria Presse Agentur, Der Spiegel, der.Standard.at, Horizont/Paroli-Magazin.at, Neue Zürcher Zeitung,  Russmedia, TagesWoche.

 

Data journalism awards

 

Scadono intanto il 5 aprile i termini per presentare le domande di partecipazione ai  Data Journalism Awards , che mettono in palio 15.000 euro per sei progetti.

 

L’ anno scorso furono presentate al Premio più di 300 applicazioni da parte di strutture editoriali di 80 paesi. La giuria, presieduta da Paul Steiger, fondatore e CEO di ProPublica,  proclamerà i vincitori per il 2013 la sera del 20 giugno.

 

Per saperne di più, www.datajournalismawards.org.

 

 

I commenti sono chiusi.