Nove consigli di content marketing per giornalisti (e altre segnalazioni)

| 8 settembre 2013 |

Segnalazioni

9 consigli di Content Marketing per giornalisti

In una presentazione di 30 slide denominata A no-bull discussion about creating good content… and how to do it, Craig Silverman offre 9 ottimi consigli per creare un buon contenuto. Davide ‘’Tagliaerbe’’ Pozzi li presenta sul suo blog.

 

L’ Economist spiega e si spiega

Se vi occupate, a vario titolo, di media e giornalismi, la lettura degli articoli, e di quelli che verranno, è “un must”. Si tratta, a mio avviso, di un importante processo di apertura, di chiarezza e di disponibilità, che segna una nuova pietra miliare nella relazione con il lettore. Da imitare, se si avrà il coraggio necessario per affrontare questo percorso.

 

Diffamazione e diritto all’oblìo: la Corte di Strasburgo contraria alla rimozione degli articoli dagli archivi web

Rimuovere un articolo dall’archivio di un sito d’informazione equivale a una censura: lo stabilisce la Corte europea dei diritti dell’uomo di Strasburgo anche se un tribunale nazionale ha accertato una violazione del diritto alla reputazione.

 

L’indice di Scarsità dei Media

Ben Elowitz, co-fondatore e CEO di Wetpaint , società che attraverso una piattaforma tecnologica punta ad un modello dei media focalizzato sull’attirare audience dalle reti sociali, ha prodotto un’ infografica che partendo dal concetto di scarsità dei diversi media funge, a suo avviso, come predittore dei contenuti di maggior e minor valore. Ma si rischia di confondere capre e cavoli, l’idea di scarsità con quella di esclusività, realizzando un pot-pourri che sembra di scarso valore e significato.

 

Cattiva Gamification

Sulle cattive applicazioni della gamification, Badgeville ha lanciato in questi giorni un “laboratorio” di monitoraggio ed analisi dei diversi casi. Io, nel mio piccolo, ne parlerò il 16 settembre prossimo venturo a Dig.it, due giornate fiorentine dedicate al giornalismo digitale, in cui terrò un mini-seminario proprio sulla gamification.

 

Torna il festival del giornalismo giovane a napoli il 20 settembre

Ripartire dal giornalismo di qualità per creare nuova e migliore occupazione nel settore dei media e della comunicazione in Italia è la priorità che Youth Press Italia, l’associazione nazionale dei giovani giornalisti, rilancia con la seconda edizione del Festival del Giornalismo Giovane.<

 

Perché e come rivitalizzare le pubblicazioni cartacee.

Investire sul futuro, il digitale, è giusto e doveroso. Anzi forse è colpevole non averlo fatto in maniera più graduale negli ultimi dieci anni ed aver atteso di essere travolti per intraprendere il percorso trovandosi così nella situazione di farlo con risorse decisamente più limitate a causa del crollo dei ricavi. Se però, come pare proprio, i ricavi derivanti dal cartaceo continueranno a rappresentare oltre due terzi del totale da qui ai prossimi cinque anni, o forse più, disinteressarsene sarebbe altrettanto colpevole.

 

News Corp: vende 33 testate locali a un’affiliata di Fortress per 87 mln $

L’ impero dei media del magnate australiano Rupert Murdoch ha venduto la controllata Dow Jones Local Media Group, che gestisce 33 testate locali, di cui 15 settimanali e 8 quotidiani, a Newcastle Investment, fondo di investimento immobiliare controllato da Fortress Investment Group.

 

Social network, i nuovi salotti della società turca

La stampa nel XIX secolo aveva preparato la società ottomana al passaggio dall’Impero alla Repubblica. Saranno in grado, ora, i social network di produrre un mutamento altrettanto significativo? Nell’ Osservatorio sui Balcani un’analisi sul ruolo delle nuove tecnologie nel movimento di Gezi Park.

 

Pubblicità: accordo fra Google e Spe

Google si allea con Spe, la Società pubblicità editoriale che si occupa della raccolta per Poligrafici Editoriale (La Nazione, Il Carlino e Il Giorno) e che aiuterebbe quindi il colosso a penetrare il mercato locale.

 

I commenti sono chiusi.