La morte del giornalismo è un po’ esagerata (e altre segnalazioni)

| 10 marzo 2013 |

Rip

Notizie, riflessioni e analisi in circolazione

 

– La morte del giornalismo è un po’ esagerata

– Il web e l’arte della manutenzione della notizia

– Google Glass: il cambiamento antropologico del sesto senso digitale

– Se il giornalismo partecipativo emancipa la periferia del mondo

– Forbes: i patron dell’hi-tech continuano a dominare la classifica dei paperoni del Pianeta. In Italia 23 miliardari

– Come ottenere più follower su Twitter

– Tumblr pianifica l’arrivo della pubblicità nell’app ufficiale

– Il sorpasso: nel 2013 saranno venduti più smartphone che cellulari

– Pubblicità on line, il mercato cinese vale 9 miliardi e crescerà ad un ritmo del 32% nei prossimi cinque anni

– Citare la fonte non è un ‘favore’

– ISPO Click: dati su blog e blogger in Italia

– Default editoria: la tempesta perfetta su giornali e tv

– Le “morte viventi” delle pubblicità sui giornali

– La sfida di Grillo al giornalismo italiano: che se non si rinnova subito, muore

– M5S, in Rai giornalisti vicini a Beppe Grillo: “Ok alla privatizzazione e rivedere le concessioni a Mediaset

– Non solo Grillo: Assange prepara il Partito Wikileaks

 

(Qui i link agli articoli).

 

Leggi anche:

I commenti sono chiusi.