Giornalismo investigativo: nuovi esperimenti di ‘crowdfunding’

| 16 dicembre 2013 | Tag:,

UncoverageSi intensificano gli esperimenti di crowdfunding per sostenere progetti di  giornalismo investigativo. Un nuovo sito nascerà all’ inizio del 2014. Si tratta di Uncoverage, che ha  l’ obbiettivo di ‘’democratizzare il finanziamento del giornalismo di inchiesta’’, come spiega Jessica Weiss su Ijnet.

 

Il sito consentirà ai cittadini coinvolti di fare delle donazioni per singoli progetti oppure di versare delle somme periodicamente, come una sorta di ‘’abbonamento’’.

 

L’ iniziativa verrà diretta da Israel Mirsky, un esperto di marketing e giornalismo che vive a New York, a cui si affiancano specialisti in tecnologia, media e marketing.

 

Uncoverage ha reclutato un piccolo gruppo di giornalisti di vari paesi per testare la piattaforma, ma ricorre a sua volta al crowdfunding, tramite  IndieGoGo, per partire.

 

Appena il sito sarà messo a punto – continua Jessica Weiss – i giornalisti potranno annunciare i loro progetti e chiedere dei contributi. Le richieste verranno filtrate e seguite da giornalisti del sito mentre alcuni addetti cureranno i rapporti con i media e la promozione dei servizi.

 

Il sito tratterà una commissione dal 5 al 7% per ogni transazione. Gli autori conserveranno i diritti sui loro servizi.
Recentemente, Uncoverage ha annunciato una partnership con il Center for Public Integrity, una testata giornalistica senza fine di lucro la cui missione è “servire la democrazia usando gli strumenti del giornalismo investigativo per denunciare gli abusi di potere e la corruzione’’.

 

I commenti sono chiusi.