Twitter come strumento di guerra

| 18 novembre 2012 | Tag:, , , ,

L’ esercito israeliano ha reso pubbliche le sue ultime operazioni militari utilizzando Twitter invece di organizzare la consueta conferenza stampa. Ma anche la popolazione della striscia di Gaza lo usa per i propri obiettivi, facendo circolare le informazioni.

‘’Sia l’esercito palestinese sia quello israeliano -, commenta Al Jazeera – postano continui aggiornamenti sui loro attacchi in tempo reale. E israeliani e palestinesi stanno duellando a colpi di hashtag per controllare la narrazione del conflitto sui social media’’.

 

 

Il titolo – osserva Giuseppe Granieri su Stampa.it – è vagamente inquietante:  Battleground Twitter.
 

Twitter, con la sua velocità, sta diventando pervasivo. E sta ‘’ridisegnando il racconto giornalistico del mondo. Sta trasformando in fretta il ciclo delle notizie, coinvolge i cittadini, modifica il rapporto dei reporter con le fonti e crea nuove configurazioni -in parte ancora da scoprire- sul modo che abbiamo di informarci’’.

 

Ed è naturale che, in questo quadro, esso cominci ad incidere fortemente anche sul mestiere del giornalista.

 

Il tema è al centro di un video che Granieri definisce ‘’potente e interessante’’:  The Impact of Twitter on Journalism, realizzato dalla PBS.

 

 

I commenti sono chiusi.