Notizie online gratis addio, con Edicola italiana arrivano i paywall

| 22 dicembre 2012 | Tag:, , ,

Notizie gratis sui quotidiani digitali addio. Con Edicola Italiana è cominciato il conto alla rovescia verso i paywall, cioè sistemi di pagamento delle news online. Il progetto è stato avviato a marzo, ma ci sono voluti sei mesi per arrivare alla firma dell’accordo. Gli editori italiani si sono ispirati ai colleghi francesi per dare vita all’Edicola Italiana.

 

di Pino Bruno

(Globalist.it)

 

L’iniziativa – che vede insieme per la prima volta i più importanti editori nazionali – ha l’obiettivo di creare “la più completa offerta a pagamento in lingua italiana dei prodotti editoriali digitali“, con un’interfaccia che ne semplifichi la scelta, l’acquisto e la fruizione. Partner del consorzio sono Caltagirone Editore, Il Sole 24 Ore, La Stampa, Gruppo Espresso, Mondadori e Rcs Mediagroup.

 

Al consorzio – che opererà con un partner tecnologico e commerciale indipendente – possono fin d’ora aderire altri editori che intendono dare ai propri utenti la possibilità di leggere in digitale le proprie testate preferite.

 

Edicola Italiana sarà raggiungibile da qualsiasi tablet, personal computer o dispositivo mobile. Negli espositori digitali troveranno collocazione ed evidenza quotidiani, periodici e altri prodotti degli editori consorziati. Gli editori potranno usare i propri sfogliatori oppure quello messo a disposizione dal consorzio.

 

Gli editori intendono, grazie all’Edicola Italiana, costruire un rapporto diretto e trasparente con i propri clienti e presidiare la filiera commerciale, dalla definizione dei prezzi ai metodi di pagamento.

 

Il consiglio di amministrazione del consorzio Edicola Italiana sarà composto da Alvise Zanardi (Caltagirone Editore), Anna Matteo (Il Sole 24 Ore), Maurizio Scanavino (La Stampa), Pier Paolo Cervi (Gruppo Espresso), Roberto Sicardi (Mondadori) e Alessandro Bompieri (Rcs Mediagroup). Presidente è stato nominato Fabrizio Carotti, direttore generale della Federazione Italiana Editori Giornali.

 

Cosa si propone Edicola Italiana

 

Creare un’offerta completa di prodotti editoriali digitali in lingua italiana a pagamento, con una interfaccia che ne semplifichi sia la scelta, sia l’acquisto, sia la fruizione.

 

I partecipanti

 

I fondatori del consorzio Edicola Italiana sono: Caltagirone Editore, Il Sole 24 Ore, La Stampa, Gruppo Espresso, Mondadori e Rcs Mediagroup. Al consorzio possono aderire altri editori.

 

I dispositivi

 

Edicola Italiana sarà raggiungibile da tablet, personal computer e da dispositivi mobili. Negli espositori digitali troveranno collocazione quotidiani, periodici e altri prodotti editoriali. Gli editori potranno usare i propri “sfogliatori” oppure quello messo a disposizione dal consorzio.

 

Curiosità: da pochi giorni La Repubblica è entrata a far parte dell’Edicola di Apple Store. La app del quotidiano, dopo l’ultimo aggiornamento, non è più autonoma e si è spostata in Edicola. Significa che il gruppo Espresso ha fatto un accordo con Apple e dunque ha accettato di pagare le Royalty alla multinazionale americana. Domanda: Edicola Italiana finirà nell’Edicola di App Store oppure La Repubblica ha scelto di far parte di entrambi i contenitori? Inutile cercare risposte nei comunicati.

Leggi anche:

I commenti sono chiusi.