‘Boom’ di crescita dei lettori dei quotidiani online in Uk, ma i soldi continuano a venire dalla carta

| 15 agosto 2012 | Tag:, , ,

 

Fra il marzo 2003 e il maggio 2012 la diffusione media dei quotidiani nel Regno Unito è passata da 10.026.182 copie a 6.788.800, con un calo del 32,3%,  mentre nello stesso periodo i  visitatori unici dei siti web dei sei quotidiani che hanno sempre diffuso dati – The Sun, Trinity Mirror’s nationals, Daily Mail, Daily Telegraph, The Guardian e The Independent – sono passati da 544.087 a 14.552.793, con un balzo del 2.574,7%.

Il sorpasso, come si vede nella tabella, si è verificato nel novembre 2010: web 8.083.016; carta,  7.580.638 .

 

 

Due anni dopo il declino della diffusione su carta è proseguito allo stesso ritmo degli ultimi otto anni. Mentre i lettori sul web hanno avuto una forte accelerazione.

 

Il dilemma economico – commenta Robert Andrews  su Paidcontent –  è che i ricavi editoriali non hanno avuto lo stesso andamento. Gli editori continuano a ricavare il grosso dei soldi dal settore in declino della carta. Per correggere la tendenza qualcuno come quelli del grupppo del Times hanno introdotto dei paywall, mentre altri, come le testate del gruppo del Guardian  stanno cercando di guadagnare lettori per aumentare le tariffe delle inserzioni pubblicitarie.

 

Ma il fatto che i prezzi della pubblicità siano in calo, mette in forse questa strategia. Fortunatamente, comunque, il pubblico del web sta crescendo molto più velocemente rispetto al ritmo con cui si ‘’secca’’  la pianta dei lettori tradizionali.

 

Leggi anche:

I commenti sono chiusi.