Spagna, niente domande, niente notizie

| 19 novembre 2011 |

Fape

Le associazioni dei giornalisti spagnoli che fanno capo alla Fape rilanciano la campagna ‘’sin preguntas no cobertura’’, chiedendo ai direttori dei giornali di non fare informazione su incontri in cui non sia consentito fare il proprio lavoro – Una campagna in corso da diversi mesi

—–

La Federazione delle associazioni dei giornalisti spagnoli (Fape, Federación de Asociaciones de Periodistas de España) ha rilanciato la campagna contro la partecipazione a conferenze stampa in cui non sia consentito fare domande, chiedendo ai direttori delle testate spagnole di non pubblicare le notizie che dovessero essere diffuse in quegli incontri.

Una serie di iniziative in questo senso erano state lanciate nel maggio scorso: ‘’sin preguntas no cobertura’’.

Ora la giunta direttiva della Fape torna alla carica, denunciando nuovamente ‘’il crescente malessere di buona parte della professione di fronte al numero crescente di conferenze stampa in cui si nega ai giornalisti il diritto di porre delle domande’’.

L’ associazione considera tali convocazioni ‘’una mancanza di rispetto’’ nei confronti del lavoro giornalistico invitando i vertici dei media a non diffondere informazioni su incontri stampa in cui i giornalisti non hanno potuto esercitare la loro professione, venendo relegati a ‘’meri convitati di pietra’’.

(via 233grados.com)

Leggi anche:

I commenti sono chiusi.